PES2014 vs FIFA14: A chi andrà lo scettro di titolo calcistico dell'anno?

PES2014 vs FIFA14: A chi andrà lo scettro di titolo calcistico dell'anno?

Anche per quest'anno con l'inizio della stagione calcistica si pone per ogni appasionato di questo sport il dubbio videoludico/calcistico annuale: PES o FIFA? Cosa compro quest'anno?

Versus

0

PES o FIFA?          
Meglio FIFA o meglio PES?
Compro FIFA o compro PES?


Domande, queste, che si ripetono nella mente di milioni di videogiocatori ogni anno, con l’inizio delle varie competizioni nazionali e con l’arrivo dei giochi di Konami ed EA Sports dedicati allo sport più popolare al mondo.
La competizione ogni anno è sempre più dura e senza esclusione di colpi, con le fazioni che di anno in anno si compongono di varie tipologie di videogiocatori, ricollegabili fondamentalmente ai quattro gruppi che potete leggere qui sotto:

1) QUELLI CHE… FIFA IERI, OGGI E DOMANI:
giocatori di FIFA da… sempre, anche da quando FIFA di calcistico aveva praticamente solo il nome, con tiri a banana e rovesciate a gogo, con la telecronaca del buon Giacomo Bulgarelli e di Massimo Caputi (che tempi!); primo ed unico loro grande amore calcistico/videoludico, darebbero un mignolo (tanto non serve loro per giocare) pur di difendere la loro causa.
Hanno conosciuto anni bui nel corso della loro vita, derisi e denigrati negli anni delle console a 128 bit, con la next-gen hanno vissuto glorie che mai avrebbero immaginato mamma EA Sports potesse regalare loro.

2) QUELLI CHE… C’È SOLO PES:
sono gli adepti Konami, fedelissimi fin dalla prima comparsa di Winning Eleven/ISS Pro sulle console casalinghe. Pur di non schierarsi con il lato oscuro della forza di FIFA hanno preferito giocare intere stagioni anche con tutti i menu in giapponese andando ad intuito, ai primi Juve-Inter di FIFA hanno preferito Sanfrecce-Jubilo Iwata di Winning Eleven ma sono stati ripagati di tutto.
Soprattutto negli anni della PS2 mamma Konami è riuscita a rubare una incredibile fetta di affezionati ad EA Sports, regalando gloria ai suoi fans e prendendosi la maggior fetta del mercato calcistico/videoludico, forse anche grazia alla spaventosa ed incredibile possibilità di mod e personalizzazioni che giravano per la rete e che rendevano il titolo calcistico della software house giapponese un must have assoluto per tutti gli amanti del calcio.

3) I DUBBIOSI:
quello che non sono capaci di scegliere, MAI.
Quelli che “eh ma FIFA è meglio di PES perché….” e “eh si però in PES…”; quelli che hanno amici appartenenti ad entrambi gli schieramenti citati sopra e che per buona pace di tutti ogni annio spendono il doppio per accaparrarsi entrambe le simulazioni calcistiche offerte dal mercato.
Nel dubbio non si sceglie, quel che sarà poi si vedrà più avanti.

4) QUELLI CHE “VIA COL VENTO…”:
sono quelli che di anno in anno si spostano sul titolo verso cui sembra tirare maggiormente il vento, non hanno una vera e propria fede calcistica in questo senso e nel loro curriculum da videogiocatori alla voce giochi di calcio magari troverete oltre ai classici FIFA e PES anche roba come Ronaldo V-Football, Actua Soccer e This is Football.
Sono quelli che hanno iniziato con PES e sono poi approdati su FIFA per godersi una grafica migliore con giocatori rassomiglianti alla loro controparte reale e le prime licenze ufficiali.
Sono quelli che hanno iniziato con FIFA ma dopo una partita si sono innamorati di PES e delle sue meccaniche di gioco in barba a licenze e grafica, il calcio è calcio!

Sicuramente anche voi appartenete ad una delle quattro categorie descritte qui sopra e sicuramente anche voi volete capire quest’anno a chi andrà lo scettro di migliore simulazione calcistica 2013/2014… allora non perdetevi il seguito dell’articolo snocciolante pregi e difetti delle opere di Konami ed EA Sports.


KONAMI – Pro Evolution Soccer 2014

È innegabile che PES quest’anno abbia fatto un salto di qualità, ma a fronte di ampi miglioramenti Konami si è trovata a fare qualche passo indietro rispetto alla concorrenza, forse salti indietro ad essere sinceri…

PRO

× NUOVO MOTORE GRAFICO
PES2014 gode di un realismo non raggiungibile dalla concorrenza grazie allo sfruttamento del nuovo motore grafico Fluidity, derivato dal FOX Engine utilizzato in MGS V ed appositamente realizzato dalla Kojima Production, c’è poco da aggiungere, se non lo avete ancora fatto (?!?) correte a guardare la potenza di questa nuova creatura di mamma Konami.

× ATMOSFERA
Ciò che Konami sa e che EA fatica ad imparare è che il calcio non è solo la partita, ma è anche l’atmosfera attorno ad essa, ed anche per quest’anno le atmosfere di PES sono all’altezza della loro fama.
Dall’entrata in campo ai i cori ed al tifo sugli spalti, dagli inni delle nazionali a quello della Champions, sotto questo aspetto la simulazione calcistica Konami non conosce rivale alcuno.

× LICENZE UFFICIALI
Certo, PES non godrà delle licenze di svariati campionati mondiali come FIFA, ma anche quest’anno conferma le licenze ufficiali di Champions League ed Europa League, accompagnate in questo PES2014 dall’ AFC Champions League, dalla Copa Libertadores e dalla UEFA Supercup (Supercoppa Europea).

× SOMIGLIANZA DEI GIOCATORI
Da anni ormai (praticamente dal passaggio da PS2/Xbox a PS3/360) i punti di forza delle due serie calcistiche si sono invertite ed anche quest’anno PES regalerà oltre al notevole impatto visivo garantito dal motore grafico anche somiglianze incredibili dei giocatori alle loro controparti reali (dal sudore sul viso alle espressioni facciali tutto contribuirà ad aumentare il realismo).

× DIVENTA UN MITO
Per la prima volta potremo disputare la carriera anche da portiere (questa è una novità per PES ma in FIFA esiste già da qualche anno questa possibilità).

× NUOVA MASTER LEAGUE
La modalità più famosa e preferita dai fan finalmente si evolve introducendo la possibilità di cambiare squadra o allenare la nazionale nel corso della nostra carriera

CONTRO

× CONDIZIONI CLIMATICHE
Questa crediamo possa essere una delle mancanze più gravi nella storia dei videogiochi e delle simulazioni calcistiche, considerando anche che siamo nel 2013!
In PES2014 saranno totalmente assenti pioggia e neve.
Ogni singolo match che giocherete si terrà con un clima sereno che per nulla infastidirà i giocatori. Gli sviluppatori che si sono occupati della realizzazione del gioco si sono scusati dicendo e spiegando che l’implementazione delle alterazioni delle condizioni climatiche avrebbe comportato la necessità di riprogrammare il gioco da zero. Vi troverete a giocare quindi sempre in condizioni climatiche ottimali, proprio come ai vecchi tempi.

× REALISMO DEI MOVIMENTI
Nonostante il balzo in avanti fatto dal gameplay e nonostante alcune migliorie anche per quest’anno l’armonia dei movimenti dei giocatori sembra limitata ed al di sotto di quanto offerto dalla concorrenza. Seppur più realistici rispetto agli anni passati i movimenti dei giocatori appaiono ancora un po’ troppo forzati e poco naturali.

× INTELLIGENZA ARTIFICIALE
La difficoltà del gioco, se siete davvero in grado di destreggiarvi con le meccaniche dello stesso, può facilmente lasciarvi sbigottiti per la sua inconsistenza. Un giocatore esperto anche al livello di difficoltà più alto può trasformare la partita in una sorta di allenamento ad una porta rendendo il livello di sfida del nuovo titolo della serie calcistica targata Konami pressoché nullo.

× STADI
Le dichiarazioni di mamma Konami che afferma “Non ci aspettavamo un tale potere da parte di EA Sports” hanno lasciato più di qualche fan con l’amaro in bocca visto che tutti coloro che acquisteranno PES2014 dovranno dimenticarsi di poter giocare in stadi spagnoli (niente Bernabeu…niente Camp Nou).
Ad aggiungere amarezza su amarezza troviamo anche la mancanza dell’editor degli stadi, una delle più belle e apprezzate feature introdotte da Konami negli ultimi anni.
Poco da aggiungere….


EA Sports – FIFA 14

Con FIFA 13 EA Sports ha fatto molto bene e pareva assai difficile fare meglio se non limitandosi a correggere quei tediosissimi difetti che avevano fatto saltare i nervi ai più... Ce l’avrà fatta EA ad apportare significativi miglioramenti in FIFA14?

PRO

× IA MIGLIORATA
La IA è stata molto migliorata sotto questo aspetto ed a meno che il capovolgimento di fronte sia repentino ed improvviso, quest’anno risulterà assai più difficile sorprendere la difesa avversaria che anziché scappare in difesa una volta persa la palla sceglieranno di pressare duramente il portatore di palla costringendolo il più delle volte a ripartenze lente e ragionate.
Per portare a casa il risultato vi servirà l’approccio giusto di partita in partita, dovrete ragionare su quale sia il modo corretto per bucare la difesa avversaria in virtù di come la stessa si comporta con voi, se vi raddoppia duramente in marcatura o se invece si colloca sulla linea di passaggio intercettando le vostre giocate.

× MAGGIOR REALISMO
Se effettuerete un lancio ad un giocatore tecnicamente dotato lo stop in corsa non sarà per lui un problema, ma se lo farete ad un giocatore dai piedi quadrati nella maggior parte dei casi egli perderà sicuramente palla in maniera rovinosa. Inoltre sono state implementate numerose reazioni dei giocatori come ad esempio l’alzare le mani come a dire “non ho fatto/non sto facendo niente” rivolti all’arbitro che minaccia un fallo o un cartellino, piuttosto che mandare al diavolo un compagno che non ha passato la palla e per la rabbia disinteressarsi del resto delle azioni.
Sono piccole cose, ma contribuiscono ad aumentare il realismo del match.

× MOVIMENTI MIGLIORATI
I movimenti dei giocatori di FIFA non solo sono stati migliorati ma tendono a rispecchiare sempre di più la loro controparte reale, e quindi provare a togliere palla a piccoletti come Iniesta e Messi o anche a giocatori dotati di un tasso tecnico altissimo come Pirlo produrrà solo la conseguenza di farvi innervosire in maniera incredibile perché fallirete spesso nell’impresa, cosi come quando attaccherete con colossi come Ibra e Cavani e porrete il corpo a difesa della palla sarà quasi impossibile per l’avversario infastidirvi (a meno che non lo faccia con in Pique di turno, è ovvio)

× ULTIMATE TEAM
La modalità più famosa della serie torna ricca di numerose novità, dalla scomparsa dei moduli sulle carte giocatore per poterli adattare e riadattare in ogni formazione che usiamo alla comparsa delle carte gioco attributo definitive, che modificheranno la velocità e gli altri attributi fondamentali dei membri della nostra rosa come accadeva già in passato ma stavolta non solo per qualche partita, ma anche in maniera definitiva. 

CONTRO

× LICENZE
A fronte di un numero ineguagliabile di licenze dei vari campionati del mondo corrisponderà un numero di licenze per coppe e competizioni pari a … ZERO.
Proprio come gli altri anni insomma lo scettro delle licenze UEFA va nuovamente alla concorrenza.

× ATMOSFERA
Ne avevamo già accennato nel corso della disamina dei pro di PES, anche quest’anno nella simulazione calcistica targata EA sarà data poca importanza ai contorni della partita (ingresso con animazioni standardizzate da qualche anno, tifo e cori un po’ poveri, telecronaca…bha!).


Quindi?
Chi la spunta tra PES2014 e FIFA14, bhe… Chi vincerà la sifda dipende solo da voi, dai vostri gusti e da cosa cercate nel calcio su console.
Da parte nostra ci sentiamo solo di dire che PES è un bellissimo "gioco di calcio" e FIFA è un altrettanto bellissima "simulazione calcistica".
Konami punta tutto su di un titolo dalla grafica stratosferica ma dalla giocabilità troppo dallo stile arcade che alla lunga stanca se non si gioca contro avversari umani, mentre EA offre un titolo dall’alto tasso tecnico/tattico e povero di contorni rispetto alla concorrenza, ma imbattibile nel confronto sul rettangolo verde.

Ci scusiamo se siamo sembrati troppo schierati da una parte piuttosto che dall'altra, ma dopotutto è proprio lo schierarsi che alimenta da sempre questa eterna battaglia!

Commenti

Gamempire non contiene solo il piu' grande archivio italiano di videogiochi, ma ascolta la voce dei suoi utenti!
Freccia
Scrivi cio' che ti passa per la testa: in ogni articolo troverai una bacheca diversa!