Final Fantasy XII The Zodiac Age: Guida alle Miniere di Lhusu Parte 1

Vaan e company, dopo essere tornati a Rabanastre, scoprono che Penelo è stata rapita da alcuni scagnozzi dell'impero. Volano perciò a Bhujerba per portarla via da lì.

Dopo aver affrontato le Gallerie di Barheim ed aver vissuto gli eventi di Dalmasca, vi ritroverete a Bhujerba. Appena atterrati scoprirete che la città è messa sotto lockdown dalla fazione Imperiale, perciò potrete solamente dirigervi al dungeon della zona ed acquistare da alcuni negozi. Quello che vi consigliamo è di andare dritti a rifornirvi di armi ed armature, in quanto troverete dei nuovi oggetti rispetto a Rabanastre. Questi vi serviranno per il piccolo dungeon che andrete ad affrontare per una parte: le Miniere di Lhusu.

All’inizio, non avrete tempo di visitarle tutte in quanto vi aspetta un evento scriptato in una determinata area di gioco. Ma andiamo con ordine: il dungeon è caratterizzato da Scheletri e Pipistrelli che spesso e volentieri vi attaccheranno in gruppo. Per fortuna, appena atterrati a Bhujerba, entrerà nel gruppo un nuovo personaggio come ospite. Quest’ultimo ha delle buone statistiche ed è in grado di fornire un supporto adeguato grazie alla conoscenza di Energira. Tenetelo bene a mente, in quanto in futuro lo sfrutterete per farmare più velocemente in determinate aree.

Il cammino verso la “fine” del dungeon è piuttosto lineare, perciò non avrete difficoltà mentre esplorerete la zona. Tuttavia dovrete stare attenti alle trappole che troverete sul terreno, capaci di infliggervi ingenti danni o status alterati. Il consiglio migliore è quello di evitare troppi spostamenti mentre si combatte, oltre che cercare di non muoversi incautamente qualora si dovesse correre verso un tesoro. Una delle insidie (che in realtà sarà un vantaggio enorme quando tornerete in questo posto per livellare) è che gli scheletri possono riapparire se passerete più volte nelle zone simili a dei ponti sospesi. Se, ad esempio, doveste tornare indietro per prendere un tesoro, passando per il percorso dove avete già combattuto vi toccherà sconfiggere di nuovo gli stessi nemici non-morti. Prestate perciò attenzione a come percorrere un determinato punto. Tuttavia, nel caso foste ben equipaggiati, vi consigliamo di sfruttare questa occasione per accumulare livelli e punti licenza in previsione del “dungeon” successivo.

Arrivati ad una grotta, troverete i soliti cacciatori di taglie che cercano di acchiappare Balthier. Essendo Penelo fuggita, dopo una scena particolare dovrete fuggire anche voi, a piedi. In questa fase, non mettetevi a combattere per nulla al mondo, scappate fino alla fine del dungeon anche a costo di perdere qualche membro per strada. Una volta finito, uscite e procedete con un minigioco che vi chiederà di fingervi il capitano Basch. Per farlo velocemente, vi basterà premere quadrato davanti alle guide turistiche. Naturalmente evitate le guardie, le quali vi abbasseranno la barra nel caso vi dovessero sentir dire stupidaggini.

Questa parte di dungeon è piuttosto utile per accumulare livelli e frammenti d’osso. Quest’ultimi valgono molto dai venditori ed è possibile accumularne a bizzeffe grazie alla facilità con cui è possibile costruire delle catene con gli scheletri.



Un giovane redattore con la passione per i videogiochi ed il giornalismo. E' spesso attirato dal comparto artistico e narrativo dei titoli che gioca, per questo cerca sempre quel piccolo gioco di nicchia perso tra le pagine di Steam che possa stupirlo. E' un grande fan dei giochi targati Blizzard fin da quando giocava a Warcraft 3. Nonostante questo, ha un debole per le visual novel giapponesi. Non è mai passato alla next gen, rimanendo fedele alla sua Playstation 2. Al momento rimane sul suo pratico PC.