Uno dei giochi che sta spopolando di più nell’ultimo periodo è sicuramente Tom Clancy’s: Rainbow Six Siege. Da un anno a questa parte infatti, l’FPS tattico di casa Ubisoft è sempre più acquistato dai videogiocatori, grazie soprattutto ai numerosissimi gameplay su YouTube.
Tra i problemi più grandi di chi gioca per la prima volta questo titolo c’è quello di non sapere quale operatore scegliere, in quanto ognuno di essi ha un ruolo ben preciso all’interno del team. Con questa guida inizieremo una serie di consigli su un operatore specifico, così da schiarirvi le idee su chi scegliere nelle prossime partite. Come avrete sicuramente letto dal titolo, in questo articolo tratteremo Sledge, il primo tra gli assalitori delle forze speciali britanniche S.A.S.

L’abilità speciale di Sledge e quali armi scegliere

Questo operatore possiede un martello da sfondamento in grado di abbattere rapidamente diverse pareti, barricate e pavimenti. Rispetto agli esplosivi è molto più silenzioso, ma c’è più rischio di esporsi al pericolo, in quanto bisognerà trovare subito riparo dal fuoco nemico. Il difetto del martello è che non può abbattere pareti e botole rinforzate.

Come armi primarie, Sledge è equipaggiato con uno shotgun M590A1 e con un L85A2, ovvero un fucile d’assalto. Come secondarie, dispone di una pistola mitragliatrice SMG-11 e di una semiautomatica P226 Mk 25. Infine, come gadget generici, può utilizzare delle granate a frammentazione o delle stordenti.

L’M590A1 bisogna considerarlo per un’incursione veloce e a testa bassa, soprattutto se ci si trova in una mappa con corridoi stretti o stanze piccole. Questo shotgun è forse il migliore tra i disponibili, con precisione e portata oltre la norma. Abbinare quest’arma con le granate stordenti può risultare un’ottima scelta, perché vi consentirà di essere in vantaggio in spazi piccoli.

L’L85A2 è una delle migliori armi della sua categoria, soprattutto considerando il buon equilibrio tra danno inflitto e rinculo effettivo dell’arma. Bisogna però fare attenzione alla pronta risposta del fucile durante le raffiche di fuoco prolungate, perché potrebbe sorgere il problema dell’instabilità orizzontale. Per usare al meglio quest’arma si deve imparare a gestire questo lato negativo per non concedere troppo agli avversari.

Per quanto riguarda l’arma secondaria, è consigliato utilizzare l’SMG-11, in quanto molto più versatile e dannosa rispetto alla semiautomatica. Difficile da controllare a causa del pesante rinculo, ma se ci si prende confidenza risulterà un’arma devastante.
In quanto al gadget, la scelta dipende dal vostro stile di gioco, le granate a frammentazione sono molto utili in una zona con diversi fili spinati affiancati.

Quando e con chi usare Sledge?

Grazie al martello speciale, Sledge è consigliato per creare ingressi praticabili o linee di tiro per coperture dalla lunga distanza, sfondando dove necessario. Più nello specifico, è predisposto principalmente per fare breccia, per il gunfight principale, per la conquista della stanza e/o dell’obiettivo. La caratteristica che lo rende utilissimo alla squadra, però, è la buona predisposizione al ruolo di support iniziale. Infatti, nelle prime fasi, il compito di dronare dovrebbe spettare principalmente a lui, senza togliere il fatto che è tra i migliori nei gunfight.

Il compagno migliore da affiancare a Sledge è sicuramente IQ, infatti, grazie all’abilità di quest’ultima nel rilevare le difese elettroniche, si può fare irruzione silenziosamente e aggirare gli avversari. Un’ottima strategia che, se fatta bene, garantirà risultati molto positivi.

Sledge, il primo operatore delle forze speciali britanniche S.A.S.

Questo è, dunque, tutto quello che c’è da sapere su Sledge, uno tra i migliori operatori d’attacco che sta prendendo sempre più importanza. Speriamo che questa serie di guide possa esservi d’aiuto per le future partite a Rainbow Six Siege.
Per nuovi consigli, trucchi e strategie restate sintonizzati su Gamempire!

Ti Potrebbe interessare anche...