Nei giorni scorsi durante l’ultimo direct Nintendo dedicato ai titoli indipendenti, è arrivata una notizia per certi versi inaspettata: parliamo di Cuphead su Nintendo Switch.
Cuphead infatti uscirà il 19 aprile in digitale al prezzo di 19.99 euro sul Nintendo eShop e si può già preordinare. Insieme alla data e al prezzo sono emersi anche i dettagli tecnici che dicono che girerà a 720p in modalità portatile e 1080p in modalità dock, con framerate stabile a 60 fps in tutte e due le modalità. Sarà presenta anche la modalità multigiocatore utilizzando due Joy-Con o un Joy-Con ed un Pro Controller.

La notizia dell’uscita di Cuphead è stata inaspettata da un lato come dicevamo, perchè se da una parte l’acclamato run and gun di StudioMDHR non aspettavamo potesse uscire sulla console della grande N, dall’altra è pur vero che di una collaborazione tra Microsoft e Nintendo se ne sente parlare già da un pò. Ma è realmente così, c’è davvero una collaborazione in corso tra le due società?

Microsoft e Nintendo con Xbox Live?

Che i due big si stiano parlando lo diamo per assodato dopo l’arrivo ufficiale di Cuphead su Switch, ma anche sopratutto dell’ Xbox Live dove le sue funzioni varranno per Cuphead e che sono state confermate per i prossimi mesi.


Non è un segreto dato che anche Phil Spencer ha già detto in più occasioni che la direzione che Microsoft sta prendendo è quella di poter arrivare a quanti più dispositivi possibili, ma un’ulteriore conferma di fatto durante una conferenza alla GDC 2019, arriva da Bill Schiefelbein, program Manager di Xbox Live.

Secondo Schiefelbein proprio l’Xbox Live è stata progettata con lo scopo di arrivare a connettere quante più persone possibili al mondo. Sul blog ufficiale di Xbox si leggono anche ulteriori conferme:


“Stiamo collaborando con Studio MDHR per indagare la possibilità di portare le funzionalità di Xbox Live oltre Xbox e PC su Nintendo Switch.”

Le funzionalità saranno implementate nei prossimi mesi con un aggiornamento post-lancio rispetto all’uscita di Cuphead su Nintendo Switch, si legge ancora nel post.

Tradotto cosa significa?

Molto probabilmente con Cuphead adesso gli utenti potranno utilizzare il proprio account Xbox su Switch. Si potrà dunque giocare loggandosi con un account Microsoft e sfruttare tutte le funzioni che offre come lo sblocco degli obiettivi, gamerscore, club, lista amici, impostazioni di parental control ecc. ecc.

Xbox Live non solo su Switch

Durante la GDC 2019, Microsoft ha spiegato che continuerà a collaborare con altri a prescindere dal dispositivo. Xbox Live arriverà anche su queste piattaforme come parte dell’ecosistema di Microsoft Game Stack, una suite comprensiva di tutti gli strumenti necessari per gli sviluppatori.

Questo vuol dire che sono interessati i dispositivi mobili quindi sia iOS che Android.

Attendiamo di avere ulteriori informazioni nei prossimi mesi, ma di sicuro dopo l’arrivo di Google Stadia, le prime risposte sono arrivate, e altre non tarderanno ad arrivare.

Ti Potrebbe interessare anche...