Final Fantasy XII The Zodiac Age: Guida alle Gallerie di Barheim

Vaan, Fran, Balthier e Basch finiscono nelle Gallerie di Barheim, un antico sistema sotterraneo minerario. La libertà li attende alla fine del tunnel, se solo riusciranno a scappare dai Mimik!

Dopo essere precipitati al di sotto della Prigione di Nalbina, Vaan e company si ritrovano nelle Gallerie di Barheim. Alla squadra si è aggiunto il vecchio Basch, che non sarà armato nelle prime fasi di questa zona. Notiamo subito che ci troviamo in un’area angusta collegata da diversi tunnel. Nulla di eccessivamente grande, ma sicuramente dovremo fare un bel po’ di strada per arrivare all’uscita!

Incontreremo, con nostra sorpresa, un venditore di oggetti sperduto che ci fornirà un Fusibile per azionare la corrente nelle gallerie. Prima di andare a premere il bottone, è bene assicurarsi di comprare il necessario dal commerciante. Quest’ultimo vende diverse armi/armature ed accessori che potenziano l’equipaggiamento iniziale del nostro party. Cercate di rifornivi a sufficienza e poi azionate la corrente. Noterete che a destra avrete il livello di energia disponibile. Il vostro compito è evitare a tutti i costi che scenda a zero e per farlo dovrete sbrigarvi ad attaccare i Batterimimik che si nutrono vicino ai fili scoperti nelle varie aree.

Procedendo nelle varie aree, siate minuziosi nel cercare i vari forzieri sparsi per le gallerie. In essi si nascondo pezzi d’equipaggiamento piuttosto validi, tra cui la Briglia da Guerra: un accessorio che permette di rispondere con “Attacca” agli attacchi nemici. Nelle prime aree troverete nemici semplici che non saranno una grande minaccia, permettendo che teniate sempre l’energia ad un livello accettabile. Questo compito risulta abbastanza semplice per via del fatto che i Batterimimik vi restituiranno un po’ di energia quando sconfitti.

Continuando arriverete in una zona particolare dove saranno presenti delle Gelatine e dei Piros. Le prime potranno essere sconfitte facilmente utilizzando attacchi di fuoco (Se avete un Mago Nero in squadra sarà molto facile buttarle giù) mentre i secondi potrebbero esservi fatali se non vi sbrigate a finirli. Vi è utile acquistare Tritamago ed affidarlo a Vaan per evitare brutte sorprese.

In questa particolare area troverete un bottone da premere, quest’ultimo consumerà il 30% di energia e vi aprirà il cancello che condurrà nella zona successiva, dove troverete un salvocristallo e alcuni soldati morti utili a consegnare equipaggiamento a Basch.

Nell’ultima zona, prima del Boss, troverete altri Mimik pronti ad attaccarvi. A sud di essa, c’è una piccola piattaforma pullulata da rospi che apparentemente non è possibile raggiungere, stando alle indicazioni della minimappa. Ignorate ciò che vi mostra e recatevi comunque lì per scoprire che è possibile effettivamente attraversarla. Depredate il depredabile e preparatevi per il Boss Fight salvando all’apposito cristallo.

La Regina dei Mimik è un nemico piuttosto semplice da affrontare. Appena entrerete nell’arena vi accorgerete che la simpatica mammina ha generato dei piccoli mimik che stanno rosicchiando l’energia. Il vostro compito sarà di abbatterli il prima possibile ogni volta che saranno presenti nell’area. Una volta distrutti quelli iniziali, ogni tanto ne farà uscire uno dal suo grembo, a quel punto la strategia migliore è affidare la loro eliminazione ad un membro che utilizza attacchi a distanza. Per il resto del combattimento, focalizzatevi sul farle più danni possibile cercando di evitare gli attacchi elettrici. Quando inizierà ad essere piuttosto debole, utilizzerà alcuni attacchi ad area che possono far male se si è a poca vita. Perciò, cercate di rimanere sempre sopra il 50% degli HP sfruttando i gambit appositi.

Una volta battuto il boss uscirete dalle gallerie senza più possibilità di rientrare (per ora), perciò assicuratevi di aver preso tutto. Vi ritroverete nel Deserto Est di Dalmasca, a due passi da Rabanastre. Finalmente, potrete tornare a casa!

Oltre alla Briglia citata in precedenza, non ci sono oggetti degni di nota se non un bel po’ di Guil nella prima area di gioco. Il livello consigliato per questo dungeon è intorno al 7.



Un giovane redattore con la passione per i videogiochi ed il giornalismo. E' spesso attirato dal comparto artistico e narrativo dei titoli che gioca, per questo cerca sempre quel piccolo gioco di nicchia perso tra le pagine di Steam che possa stupirlo. E' un grande fan dei giochi targati Blizzard fin da quando giocava a Warcraft 3. Nonostante questo, ha un debole per le visual novel giapponesi. Non è mai passato alla next gen, rimanendo fedele alla sua Playstation 2. Al momento rimane sul suo pratico PC.