Dopo diverso tempo, siamo finalmente tornati con una nuova guida su FIFA 19, nonostante il titolo di casa EA Sports sia quasi giunto al termine della stagione. Come ogni anno infatti, dal mese di maggio l’utenza inizia a diminuire, in quanto i maggiori campionati terminano ed inizia la fase estiva, quella meno calcistica. Sappiamo però che FIFA è un gioco che seguite molto, ecco perché con questo articolo vogliamo mostrarvi quelle che secondo noi sono le migliori Icone del gioco, più nello specifico, della modalità Ultimate Team, la più giocata del titolo.

Per essere più precisi e darvi un’idea chiara, in alcuni ruoli abbiamo deciso di inserire solo un’Icona. In questo modo nessuno avrà più dubbi su quale acquistare. Essendo le migliori sono quindi anche le più costose. Preparate quindi una bella somma di crediti perché ci sarà molto da spendere. Prima di lasciarvi ai giocatori, ricordiamo che sul nostro sito è presente la recensione del gioco e che FIFA 19 è disponibile per PC, PS4, Xbox One e Switch.

Il miglior portiere

Sulla scelta del portiere siamo stati molto combattuti tra due Icone, ma alla fine abbiamo scelto di inserire Edwin Van Der Sar. Se la giocava benissimo con Lev Yashin, ma la scelta è ricaduta sull’olandese per il semplice fatto che nel gioco ha la capacità di respingere i tiri rasoterra con i piedi, caratteristica che pochissimi portieri hanno. Oltre a questo, bisogna aggiungere l’altezza di 1,97 metri che lo rendono uno dei più alti del titolo. L’ex portiere di Juventus e Manchester United è secondo noi il miglior portiere storico presente in FIFA 19.

Terzini ed Icone d’altri tempi

Sugli esterni di difesa la scelta è ricaduta quasi obbligata, in quanto sono disponibili solo loro due se consideriamo la versione Prime. A destra c’è Javier Zanetti, capitano argentino della favolosa Inter del Triplete e senza dubbio miglior terzino destro del gioco, a prescindere dalla versione. Veloce e molto resistente, è in grado di garantire una fase difensiva eccezionale, senza però tralasciare l’ottima statistica sui cross. La fascia destra è al sicuro se c’è di mezzo lui.

A sinistra invece non possiamo non inserire uno degli eroi del Mondiale 2002, il brasiliano Roberto Carlos. Sicuramente un terzino molto offensivo, con precisione e potenza sui calci di punizione (impossibile dimenticare quella di esterno contro la Francia). Pecca un po’ sui palloni alti essendo piuttosto basso, ma è uno dei più completi presenti in FIFA 19. Anche in questo caso parliamo di un terzino veloce e resistente. Forse il prezzo è un po’ alto considerando il ruolo, ma se ci si vuole togliere uno sfizio state pur certi che non rimarrete delusi.

Che difesa!

Passiamo adesso al reparto centrale di difesa. Abbiamo scelto 3 Icone che potrebbero essere davvero decisive. Primo su tutti, il nostro connazionale Paolo Maldini. In assoluto, uno dei migliori difensori della storia e, probabilmente, il migliore tra le Icone di FIFA 19. Sicuramente non il più agile, ma perfettamente in grado di difendere da solo. Sui palloni alti c’è sempre lui, così come negli uno contro uno, quasi impossibile da superare. Nulla da aggiungere, semplicemente uno dei migliori del gioco.

Subito dopo troviamo Rio Ferdinand. Il difensore inglese è il secondo più alto tra le Icone, caratteristica che lo rende capace di fare la differenza sui palloni alti, nonostante l’inferiore precisione di testa rispetto ai suoi colleghi di reparto. Lo storico centrale del Manchester United è una delle Icone difensive più utilizzate per rapporto qualità prezzo, a dimostrazione del fatto che è davvero un ottimo giocatore da utilizzare.

Terzo ed ultimo difensore centrale scelto da noi, Marcel Desailly. Veloce e molto forte fisicamente, garantisce una fase difensiva con i fiocchi, grazie anche ad una marcatura degna di nota. Sui palloni alti potrebbe fare un po’ di difficoltà a causa della sua statura di 1,85 metri, ma una volta presa la posizione è praticamente impossibile spostarlo. Il francese è una delle migliori scelte se non si vuole arrivare a spendere un milione di crediti.

Prova a passare con Icone del genere!

Il reparto di centrocampo è quello più importante, perché da qui passano i palloni decisivi, sia a favore che contro. È necessario quindi avere forza fisica e precisione nei passaggi, oltre ovviamente ad una discreta velocità per recuperare giocatori che si avviano verso la nostra porta o per far partire un contropiede. Ecco quindi le Icone migliori per quanto riguarda il centrocampo.

Centrocampista che in molti considerano il migliore del gioco è Ruud Gullit. La posizione originaria dell’olandese è AT, ovvero mezza punta, ma con statistiche del genere è impossibile non farlo giocare a centrocampo. In assoluto, uno dei giocatori più completi del gioco, grazie ad una forza fisica impressionante, un tiro potente e preciso ed una precisione nei passaggi incredibile, non gli manca davvero nulla. Le 5 stelle di piede debole lo rendono ancora più efficace. Davvero un giocatore fantastico, sotto tutti i punti di vista.

Al secondo posto inseriamo il francese Patrick Vieira. Dallo scorso anno, è uno dei migliori recupera-palloni del titolo, grazie alla sua altezza (1,92 metri) ed alla sua incredibile fisicità. Con le sue lunghe leve riesce a riprendere la sfera in situazioni dove nessun altro giocatore ci riuscirebbe, garantendo una fase difensiva eccellente. Se poi consideriamo anche il suo 83 di velocità, capite benissimo che stiamo parlando di un centrocampista magnifico. È poco agile, ma nulla gli impedisce di stare al passo con qualsiasi altro giocatore.

Altro centrocampista che secondo noi merita di essere inserito tra i migliori è Lothar Matthäus. Nonostante la sua statura non eccessivamente alta, è comunque un ottimo mediano, in grado di recuperare palloni in qualsiasi zona del campo. Il tedesco ex Bayern ed Inter è una delle Icone di centrocampo più veloci del gioco, con una propensione enorme alla buona riuscita dei passaggi. Non ha molta forza, ma in fase difensiva può rivelarsi un ostacolo difficilissimo da superare.

Esterni volanti

Così come per i terzini, anche nel ruolo degli esterni abbiamo scelto un solo giocatore per fascia, questo perché non ce ne sono molti e di conseguenza abbiamo voluto selezionare i migliori. Sulla destra abbiamo la leggenda George Best. Su di lui ci sono poche parole da spendere. Velocità e dribbling impressionanti ed un’accuratezza nel tiro da far invidia lo rendono la migliore Icona esterna del gioco senza nessun dubbio. Pecca abbastanza nel fisico, ma quando un giocatore è imprendibile diventa difficile anche solo pensare di affrontarlo spalla a spalla.

Dall’altro lato abbiamo invece uno dei giocatori più abili e tecnici della storia: Ronaldinho. L’unico punto debole di questa Icona è la fase difensiva, molto scarsa considerando anche la poca abilità nei colpi di testa. In quanto ad offendere però non si discute. Dribbling e rapidità da far girare la testa, tiro e passaggio degni del miglior piede ed una discreta forza fisica lo rendono impressionante. Peccato sia poco utilizzato e sinceramente non siamo mai riusciti a spiegarci questa cosa.

Trequartisti da 10 e lode

Il reparto dedicato ai trequartisti (o mezze punte) è forse quello con più giocatori in grado di fare la differenza che tutti cercano. Partiamo dal migliore: il brasiliano Pelé. Fisicità e fase difensiva non sono i suoi punti forti, ma se andiamo a vedere le statistiche relative a tutto il resto non possiamo far finta di nulla. Velocità, tiro, passaggio e dribbling fuori da ogni logica, per quello che da molti è considerato il miglior calciatore della storia. Ci sarebbe anche Maradona, ma le 3 stelle di piede debole lo penalizzano molto.

Dopo Pelé, troviamo l’olandese che ha rivoluzionato l’idea di calcio, ovvero Johan Cruyff. Anche per lui poca fisicità e fase difensiva non eccellente, ma valori del genere accompagnati da 5 stelle skills e 5 stelle di piede debole lo rendono per alcuni il miglior trequartista del gioco. Dal centrocampo in su, può essere adattato in qualsiasi zona del campo, senza alcun tipo di problema. Un giocatore del genere in squadra è in grado di fare una differenza clamorosa.

Più efficace sotto porta ed in grado quindi di giocare anche come attaccante, troviamo Esusébio. Rispetto ai due giocatori precedentemente analizzati, il portoghese ex Benfica è leggermente meno preciso nei passaggi, ma ha un senso del gol fuori dal normale ed una velocità impressionante, senza tralasciare l’ottimo colpo di testa che gli permette di battersela anche con i difensori migliori. È una delle Icone più desiderate del gioco e basta vedere le statistiche per capirne i motivi.

Giocatore che parte COC ma che può essere inserito in qualsiasi zona del campo per via della sua completezza è Sócrates. Le statistiche difensive sono basse come qualsiasi altro trequartista, ma ciò che lo rende diverso dagli altri è la buona forza fisica, utilissima nella riconquista del pallone in attacco ed in fase di ripiegamento. Ha poco equilibrio, che in FIFA 19 conta molto, ma se si riesce ad utilizzarlo può fare davvero la differenza.

Le Icone per eccellenza!

Possiamo finalmente dare un’occhiata agli attaccanti. Considerata la prima punta più forte di tutti i tempi, al primo posto non possiamo che inserire Ronaldo. Il Fenomeno è l’attaccante che tutti vorrebbero nella propria squadra, grazie ad una velocità impressionante e ad una finalizzazione esagerata. Tra tutte le Icone, questa è la più costosa del gioco e non c’è bisogno di un genio per capirne il perché. 5 stelle per skills e piede debole lo rendono l’attaccante perfetto. Una marcia in più per chi lo possiede.

Dopo Ronaldo, il secondo posto è occupato dal francese Thierry Henry. L’ex Arsenal, seppure non incredibile come il brasiliano, è comunque un attaccante unico nel suo genere, che grazie alla sua velocità unita ad un’ottima finalizzazione e ad una discreta fisicità, riesce a reggere il peso dell’attacco da solo. L’altezza gli permettono anche di svettare sui palloni alti senza troppa difficoltà. Non molto utilizzato, ma sicuramente uno dei migliori del gioco.

Al terzo ed ultimo posto troviamo Hristo Stoichkov. Il bulgaro, nonostante le 3 stelle di piede debole, tra le Icone offensive è il migliore per rapporto qualità/prezzo. Rapido, fisico e con un grande senso del gol riesce a districarsi tra i difensori avversari con il minimo sforzo. Nel reparto d’attacco può essere utilizzato anche come esterno. Consigliamo quindi di provarlo perché a noi è sembrato un gran bel giocatore.

Queste dunque le migliori Icone secondo noi di Gamempire. Alcune scelte erano scontate, altre invece vi sembreranno strane, ma vi assicuriamo che li abbiamo provati tutti prima di trarre delle conclusioni. Speriamo di esservi stati d’aiuto, adesso è il momento di passare al gioco e di provare a prendere anche solo uno di questi straordinari giocatori!

Ti Potrebbe interessare anche...