Il nuovo doppio capitolo della serie Pokèmon, appena sbarcato su Switch dopo aver passato tutte le console Nintendo. Facente parte della settima generazione come i quattro capitoli ambientati ad Alola, Pokèmon Let’s go, Pikachu! e Pokèmon Let’s go, Eevee!, si presentano come un remake/reboot della versione Gialla uscita venti anni fa.

Molte meccaniche sono rimaste invariate da allora, altre riviste e corrette, mentre altre completamente stravolte. Una caratteristica che perdura sin dalle prime iterazioni sono gli NPC a cui piace scambiare i propri mostriciattoli tascabili con il giocatore che dovrà prima catturare. In queste versioni del gioco sarà possibile ottenere le versioni Alola grazie a questa meccanica.

I personaggi non giocanti in questione si trovano tutti al caldo di un centro pokémon ma in svariate città.

Tutti al centro pokèmon

Il primo pokémon aloliano è Rattata che in questa forma acquista il tipo buio, si trova a Celestopoli, la città dove è presente la capo palestra del tipo acqua Misty.

Ad Aranciopoli, sede di LT. Surge, esperto del tipo elettro, è possibile trovare Geodude, che sostituisce il tipo terra con quello elettro, oltre a permettersi delle vistose sopracciglie.

Diglett invece, è possibile trovarlo a Lavandonia, celebre per la torre pokèmon luogo dove sono presenti gli spiriti defunti. Il pokèmon talpa acquisisce il tipo accaio, oltre ad un bellissimo ciuffo biondo che si trasforma in una folta chioma durante l’evoluzione.

Nella città di Azzurropoli, base della capo palestra Erika, esperta del tipo erba, sarà possibile scambiare un Sandshrew con la sua controparte ghiaccio-acciaio per i possessori della versione Pikachu, mentre per chi ha acquistato la versione Eevee, potrà scambiare Vulpix, ritrovandosi in squadra una volpe dal candido manto, anch’essa di tipo ghiaccio.

Scambi alla pari

È il turno di Fucsiapoli, casa di Koga l’uomo del veleno, dove scambiando un Cubone, ci troveremo la versione evoluta direttamente dalla regione di Sole e Luna. Infatti non esiste la versione Alola del pokemon solitario. Marowak sarà di tipo fuoco/spettro.

Presente nel centro medico di Zafferanopoli sarà possibile impossessarsi di un Raichu, che nella nuova forma regionale acquista il tipo psico, giusto nella città dove la capo palestra Sabrina ne “comanda” la specializzazione.

Nell’ isola Cannella, come ad Azzurropoli, cambia il pokèmon ottenuto in base alla versione posseduta. In quella dedicata al topo elettrico riceveremo un Grimer, che acquisisce il tipo buio, mentre in quella dedicata alla nuova mascotte, avremo un Meowth che diventa completamente buio.

Per ultimo sarà possibile ottenere un Exeggutor, portando all’NPC presente all’Altopiano Blu la sua forma base Exeggcute. Il pokèmon vede il suo collo allungarsi a dismisura e sostituire il tipo psico con quello drago.

Magikarp usa Splash!

Anche se non è uno scambio, anzi è possibile considerarlo un furto, sarà possibile ottenere anche un Magikarp già nelle prime esplorazioni. Visitando il centro pokèmon nel percorso 4, poco prima dell’ingresso nel monteluna, un losco figuro ci venderà il pokemon pesce per 500 monete. Ovviamente sarà inutile visto che conoscerà solo la mossa splash ma sappiamo tutti che potenziale nasconde.

Restiamo in attesa di nuove informazioni sull’allenamento speciale che hanno eseguito i protagonisti di questo gioco visto che il peso delle mascotte che portano sulla testa si attesta sui 6kg.

Vuoi seguirci da vicino o hai altre domande per noi?

Iscriviti alla nostra community su Facebook!