Chi sta avendo il “piacere” di giocare a Sekiro: Shadow Die Twice, avrà sicuramente conosciuto il Mal del Drago, una terribile malattia che inizierà a colpire tutti gli NPC del gioco, causata dall’utilizzo delle resurrezioni dopo le (sicuramente) numerose morti. Questo male in pratica, riduce la possibilità di ricevere il Favore Divino, il famoso aiuto che permette di ritornare in vita, senza però, poche conseguenze, tra cui un diverso finale del gioco. Più volte si usa il potere della resurrezione, più velocemente il male si diffonde.

Per curare il Mal del Drago bisogna portare a Lady Emma, colei che staziona presso le Rovine del Tempio, un campione di sangue malato. In cambio lei vi darà un Talismano e una Goccia di Sangue di Drago. Quest’ultima potrete utilizzarla presso qualsiasi Idolo dello Scultore per guarire tutti gli NPC incontrati, afflitti da questo male, mentre il Talismano rimarrà sempre nel nostro inventario. Successivamente la Goccia di Sangue di Drago potrà essere acquistata da alcuni venditori sparsi nel gioco o si potrà ricevere, sempre da Lady Emma, in cambio di un campione di sangue prelevato dagli NPC afflitti.

Sekiro: Shadows Die Twice, le migliori offerte

Purtroppo non basterà curarlo solo una volta perchè sicuramente questa male ritornerà a colpire i personaggi non giocanti. In questo caso, bisogna procedere sempre lo stesso procedimento: si può comprare spendendo non poco denaro o si può ottenere da Lady Emma, in cambio di un campione di sangue.

Per chi è interessato, può leggere inoltre, la nostra recensione di Sekiro: Shadows Die Twice.

Ti Potrebbe interessare anche...