Starlink: Battle for Atlasè un multipiattaforma. Nonostante in molti lo abbiano considerato un’esclusivaNintendo Switch data la maggiore spinta di marketing su questa versione, ilgioco è stato pubblicato anche su Xbox One e PlayStation 4. Il titolo inoltre èdisponibile in diverse configurazioni sia digitali che fisiche. Quale sceglierequindi? Quale è la migliore versione da comprare?

Per qualche console?

A livello tecnico possiamo dire che sostanzialmente la versione PlayStation 4 che Xbox One si equivalgono, mentre la versione Switch mostra qualche compromesso grafico che rende alcuni effetti di luce e ombra meno profondi a alcuni modelli degli scenari meno dettagliati. Il peso di queste differenze è compensato dalla possibilità di portare in giro il gioco grazie alla portabilità della piattaforma di Nintendo. Di seguito potete trovare un video comparativo.

Il pacchetto per Nintendo Switch contiene inoltre una parte di storia esclusiva dedicata ai personaggi della serie Nintendo Star Fox non ottenibile nelle altre versioni. Gli amanti di questo brand non potranno quindi fare a meno di preferire questa configurazione.

Starter pack fisico…

Scelta la console sulla quale acquistarlo, bisogna decidere se preferire la versione fisica e o una delle versioni digitali. Se l’obiettivo è quello di possedere tutti i vari piloti, armi e navicelle che compongono la collezione di Starlink è inevitabile che i collezionisti optino per la versione retail. Il gioco propone tre starter pack.
La versione PlayStation 4 e Xbox One sono ancora una volta simili e contiene oltre al gioco:

  • Il supporto per il controller
  • La navicella Zenith
  • Il pilota Mason Rana
  • 2 armi
  • 1 poster che mostra tutta la prima collezione della prima ondata di toys

Tra queste due si potrebbe preferire lo starter pack Xbox One solo perché il supporto per le navicelle e gli altri toys di PlayStation 4 necessita, come riportato nella nostra recensione di Starlink: Battle for Atlas, di essere collegato tramite usb alla console e risulta un po’ scomodo per questo. Un’inezia, ma dovevamo segnalarla. Quello di Xbox One è invece wireless.

Lo starter pack Nintendo Switch che contiene:

  • Il supporto per il controller
  • La navicella esclusiva Arwing
  • 2 piloti (Mason Rana e Fox McCloud)
  • 2 armi
  • 1 poster che mostra tutta la collezione della prima ondata di toys
  • Il contenuto aggiuntivo di esclusivo di Star Fox

Questo starter pack sarà l’unico che contiene i toys esclusivi della navicellla Arwing e di Fox McCloud come pilota. Oggetti unici per una versione che potrebbe aumentare di valore nel tempo, forse.

… o versione digitale deluxe?

Se invece non siete interessati agli accessori giocattolo esistono due versioni digitali di Starlink: Battle fot Atlas che ampliano l’offerta di contenuti a disposizione del giocatore. La Digital Edition contiene al suo interno i dati sbloccati di 5 navicelle, 6 piloti e 12 armi diverse (nella versione Nintendo Switch ovviamente ci sono in aggiunta anche l’Arwing e Fox Mc Cloud). Una versione più che ampia per avere subito a disposizione tante alternative rispetto ai contenuti della versione fisica. Esiste poi la Deluxe Edition che contiene 5 navi (6 su Switch), 6 piloti (7 su Switch) e 15 armi e quindi rappresenta la più completa, e costosa, versione di Starlink: Battle fot Atlas attualmente disponibile.

Quale scegliere?

Benché molto dipenda dalle console a disposizione e dalle preferenze. Se si dovesse poter scegliere, i collezionisti preferirebbero lo starter pack fisici per Nintendo Switch. Discorso diverso per chi invece vuole giocare il gioco completo senza accessori extra da comprare (comunque opzionali e non necessariamente acquistabili). In quel caso basterà avere la Digital Edition di una qualunque console e si potrà attraversare Atlas senza patemi.

Vuoi seguirci da vicino o hai altre domande per noi?

Iscriviti alla nostra community su Facebook!