L’ESTATE DEL DINOSAURO E DEL RUSSO

Lo studio del Dr. Nintendo è in fermento. Del resto dopo le tanto agognate ferie, la lista dei pazienti in attesa della loro seduta si è fatta molto lunga e tocca mettersi subito a lavoro senza perder tempo. Un succo bevuto al volo, una brioche e via ad analizzare il futuro prossimo delle console Nintendo.

NX o il nuovo presidente penserete voi? Lo credevo anche io, ma per ora la mia segretaria mi ha sottoposto un caso più urgente. La lineup di Wii U e 3DS in questo autunno. Perché tra l’attesa per la prossima console casalinga di Nintendo (che in molti vogliono per la fine del 2016) e i dubbi legati al prossimo “Big Boss” di Nintendo la cui elezione sembra ancora lontana, si deve fare i conti con i giochi, i titoli che rimpolperanno la lineup di 3DS e Wii U che ha subito durante l’estate una leggera quanto naturale flessione, con pochi first party messi sullo scacchiere e qualche indie e vecchia gloria approdati su Virtual Console.

Questa estate a farla da padrone su Wii U sono stati soprattutto Yoshi’s Woolly World, Splatoon con i suoi continui aggiornamenti e nuovi eventi e il russo Ivan di Devil’s Third che da pochi giorni è arrivato con tutto il suo carico di polemiche e dubbi. Su 3DS invece c’è stato pressoché silenzio con Lord of Magna: Maiden Heaven unico titolo degno di nota. Il desiderio di tornare a giocare è alto, così come le attese per questi ultimi mesi del 2015.

IL NUOVO STRUMENTO DEL DR. NINTENDO

Eccoci qui allora a parlare dei prossimi titoli di Nintendo per l’ultimo trimestre 2015. Per fare ciò abbiamo aspettato che la casa di Kyoto annunciasse in via ufficiale tutte le date di uscita dei suoi titoli, dando al nostro studio la possibilità di analizzare al meglio quello che potremo avere sotto mano con relativa certezza nei prossimi 3 mesi. Nel nostro studio medico abbiamo analizzato il grado di interesse per tutti i titoli attraverso l’hype-o-meter o misuratore dell’hype, la misteriosa malattia che attanaglia molti gamer, misurando la temperatura che ogni singolo gioco genera, sia esso fuoco infernale o gelo artico. Come in ogni termometro medico il nostro zero saranno gli 36°C che indicano una attesa media del gioco, con picchi indefiniti sia di caldo che di freddo. Vediamo come è andata con il nostro gamer tester.

[php snippet=1]

L’IDRAULICO E L’INTERIOR DESIGNER

Partiamo con Super Mario Maker, in uscita l’11 Settembre e che renderà omaggio ai 30 anni di vita di Super Mario. In questo caso abbiamo dovuto eseguire le misurazioni febbrili più di una volta poiché l’hype-o-meter ha oscillato più volte. Un attimo si impennava a oltre 50°C, un attimo dopo scendeva a 25°C, per poi risalire. La causa è da attribuire al fatto che questo titolo è un editor che mette il giocatore di fronte al duro onere/onore di creare i livelli di Super Mario. Creare stage da giocare o forse è meglio dire creare livelli per mettere alla prova gli altri utenti e trovare quelli più ostici da completare. Appassionante e potenzialmente infinito, ma quanto durerà questo trasporto? Abbiamo fatto una media delle temperature registrate sul nostro tester per darvi un risultato.

Super Mario Maker: hype-o-meter 38°C

Da un editor ad un editor. Animal Crossing: Happy Home Designer per 3DS ci farà vestire di un interior designer che dovrà far fronte alle esigenze dei clienti per arredare al meglio le loro case. Si può dire che sia uno spin-off della serie Animal Crossing (per chi non la conoscesse una specie di Second Life animalesca e colorata). Qui la febbre del nostro tester è rimasta pressoché invariata ad ogni immagine e video mostrata. Abbiamo ipotizzato che questa stasi dell’hype sia causata dalla natura spin-off del titolo che quindi non abbraccia tutte le meccaniche della serie, ma solo una parte, anche se di primo piano. Alla vista delle carte Amiibo e delle statuette dedicate alla serie l’hype-o-meter ha registrato comunque qualche leggera variazione.

Animal Crossing: Happy Home Designer: hype-o-meter 36,7°C

L’ETERNO RINVIATO E LA VOLPE DECADUTA

Come terzo titolo al tester è stato proposto Rodea: The Sky Soldier per Wii U e subito sono iniziati i primi tremori con la temperatura che è scesa in modo preoccupante. Questo action sicuramente ha fatto scendere l’hype-o-meter soprattutto per le notizie al riguardo che sono state per la maggior parte riferite a rinvii e contro-rinvii. Perfino ora non siamo certi che il gioco arrivi il giorno prefissato, ma che venga posticipato al duemila-e-credici. Speriamo che dopo l’uscita il gelo attorno a questo gioco svanisca, poiché siamo curiosi di capire quanto valga davvero il robottino apparentemente ispirato a Sonic e Kid Icarus.

Rodea: The Sky Soldier: hype-o-meter 34°C

Il vero shock termico del nostro povero tester, tuttavia, si è avuto con Star Fox Zero sempre per Wii U (20 Novembre). Il gioco tanto atteso si è mostrato un po’ spigoloso e ruvido ad un primo sguardo. Il nostro tester ha avuto un collasso con la temperatura che è scesa a -10° prima di risalire. Il gioco sembra un po’ spoglio e non al passo con i tempi, ma il gameplay potrebbe far dimenticare presto i suoi presunti difetti tecnici. Abbiamo dovuto salvare il nostro tester con dosi massicce di Mario Sunshine per riscaldarlo e permettigli di continuare i test.

Star Fox Zero: hype-o-meter 30°C

PARTY E PARTITE

I party game non possono mancare su console Nintendo e allora ecco Animal Crossing: Amiibo Festival (Wii U entro il 2015). Alla vista di questo clone di Mario Party il tester ha risposto con una due o tre decimi di febbre borbottando incomprensibili frasi di cui vi lasciamo un estratto. “Anc…ra un gioco …ome Mari… Pa…ty? Che pal…!”. A voi le conlusioni.

Animal Crossing: Amiibo Festival: hype-o-meter 35°C

Per migliorare l’umore e stabilizzare la temperatura per evitare starature del soggetto abbiamo mostrato Mario Tennis: Ultra Smash. Titolo sportivo con protagonista Mario che senza infamia e senza lode sembra l’ennesimo sportivo “alternativo” di Nintendo pronto a ritagliarsi uno spazietto nel mondo dei party game di Nintendo.

Mario Tennis Ultra Smash: hype-o-meter 36,5°C

FOTOCAMERE ORRIDE E HYRULE AL CUBO

Il reset del nostro tester umano ci è stato molto utile per capire quanto l’horror piaccia all’utenza campione. E in effetti il termometro si è alzato quando abbiamo esposto il nostro soggetto a Project Zero: Maiden of the Black Water per Wii U. Horror alla giapponese che fa oscillare il termometro verso febbricola invernale grazie alla sua doppia essenza. Il japan style ha perso un po’ di appeal in occidente, ma al contempo il genere horror è molto in voga in questo periodo. Questo ennesimo capitolo della serie Project Zero (o Fatal Frame) potrebbe infiammare il mercato visto anche che “casualmente” esce proprio il gioco di Halloween.

Maiden of The Black Water: hype-o-meter 37,5°C

Via il terrore, visto che il nostro sensibile tester stava quasi svenendo, e dentro la competizione formato tascabile di Hyrule. The Legend of Zelda: Triforce Heroes per 3DS è il titolo che più di tutti ha mantenuto pressoché costanti le vari misurazioni dell’hype-o-meter. Del resto è uno Zelda e nasce come continuazione al livello grafico di A Link Between Worlds e questo già basta per far salire di molto la temperatura. Ma a questo si aggiunge il multiplayer fino a tre giocatori off-line (online non sembra sarà possibile) che aggiunge sfida, tattica e strategia e collaborazione a The Legend of Zelda, un po’ come accadeva per The Legend of Zelda: Four Sword su GameCube. Il 23 Ottobre, giorno di uscita di questo titolo, sarà atteso da molti a cominciare dal nostro tester.

The Legend of Zelda: Triforce Heroes: hype-o-meter 38,5°C

FEBBRE DA XENO E DA LIMITED

Avevamo dato per morto il nostro tester dopo l’esposizione a Xenoblade Chronicles X. Sapevamo che sarebbe stato uno shock, ma non credevamo che avrebbe avuto un impatto così forte ed immediato sull’innalzamento della temperatura dell’hype. Siamo a livelli di eruzione vulcanica per quanto il gioco sia atteso da noi in Occidente. Un JRPG per Wii U che da solo potrebbe valere l’acquisto della console. Pochi dubbi sulla possibilità se sia o meno il degno erede di Xenoblade Chronicles: il nostro termometro dice sì. Ghiaccio a tonnellate per salvare il tester dall’autocombustione. Speriamo regga, visto che manca poco alla fine del test.

Xenoblade Chronicles X: hype-o-meter 43°C

In mezzo a questo marasma di titoli ci abbiamo messo anche le limited edition dei giochi. Quella di Super Mario Maker con Amiibo interessa soprattutto per la statuetta di Mario 8 bit (desiderio di molti). Quella di Xenoblade X è ancora un mistero, ma vedendo quella americana il termometro schizza paurosamente in altro. Poi ci sono anche quella di Rodea e di Project Zero che completano un quadro molto ampio di scelta per i collezionisti. Il nostro tester ha risposto con un paio di gradi in più sulla scala graduata.
Il pacchetto completo di queste limited è quindi molto atteso.

Limited Edition 2015: hype-o-meter 38°C

TERZE PARTI E INDIE

Nonostante il rapporto tra Nintendo e terze parti sia poco idilliaco, questo inverno avremo comunque la nostra dose di titoli popolari su Wii U più qualche sorpresa. A cominciare da duo musicale Just Dace 2016 e Guitar Hero Live. Temperatura dell’hype normale per questi titoli che rimangono dei giochi casual che non tutti apprezzano, ma che tutti giocano. Temperatura media, con qualche decimo in più dato da Guitar Hero del quale in molto aspettano il ritorno.

Guitar Hero Live e Just Dance 2016: hype-o-meter 36,7°C

Il nostro tester ha una età imprecisata, ma si adatta un po’ a tutto. Ecco perché alla vista di Lego Dimension e di Skylander Superchargers, che si incasellano sicuramente verso il target degli under 12 se non addirittura peggio, la nostra cavia ha sorriso esordendo con un “Ecco i regali di Natale perfetti per i miei cuginetti piccoli”. Un po’ di attesa mista a terrore per i bundle con gli Skyalnders/Amiibo di DK e Bowser esclusivi. Lego Dimension invece resta un’incognita visti gli elevati costi di acquisto.

Skylanders Superchargers e Lego Dimension: hype-o-meter 36,5°

Al nostro gamer campione è stata offerta anche un’ultima piccola dose di indie e quello che ha alterato maggiormente la sua temperatura interna è stato FAST Racing Neo. Come dice il titolo racing game futuristico only digital per Wii U che ha tratto ispirazione da F-Zero. La mancanza decennale di un titolo di Captain Falcon e compagnia nel panorama videoludico Nintendo a quanto sembra ha fatto innalzare di più di qualche decimo l’hype su questo titolo. Prezzo previsto molto interessante e possibile demo hanno fatto il resto

FAST Racing Neo: hype-o-meter 37,4°C

Non sarà un inverno bollente per Wii U e, soprattutto, per 3DS, ma possiamo aspettarci indubbiamente ondate di influenza mensili condite da qualche ricaduta se gli inizi del 2016 dovessero essere così negativi. La giornata è finita. Ora chiudo lo studio e con una buona tazza di tè freddo mi preparo a un’oretta di relax con Mario Kart 8 online, che non fa mai male.


Gli altri articoli del Dr. Nintendo

NINTENDO E3 2015: SCELTE INFELICI E SCELTE FUTURE – IL DR. NINTENDO

IWATA: UN UOMO DENTRO E OLTRE I VIDEOGAMES – IL DR. NINTENDO

DA GAMECUBE A WII U: 10 GIOCHI DA REMASTERED – IL DR. NINTENDO

Ti Potrebbe interessare anche...