Nel corso dell’E3 Yoshinori Kitase ha risposto a numerose domande relative al brand Final Fantasy, ha rilasciato molte news, confermato o smentito velatamente altre voci, ma molta carne al fuoco è venuta fuori da una sua successiva intervista al fianco di Motomu Toriyama.

receXIII-2_2

Kitase: “Abbiamo preso la decisione di creare un sequel subito dopo il lancio mondiale di FFXIII. Durante il tour per la promozione del gioco negli Stati Uniti e in Europa abbiamo ricevuto commenti positivi da parte dei fan, e inoltre FFXIII per fortuna fu un successo commerciale, con oltre 5 milioni di unità vendute in tutto il mondo. Tuttavia abbiamo pensato che la gente volesse un sequel, e mentre sviluppavamo FFXIII abbiamo capito che i personaggi e l’universo avessero molto più potenziale, che non potevano essere spremuti in un unico titolo.”

Tornando a parlare del gioco in se, sono molte e succose le novità:

SISTEMA DI COMBATTIMENTO

Il sistema di “Optimum”, che tanto successo ha avuto in Final Fantasy XIII, sarà riproposto con l’aggiunta di una curiosa novità assoluta.
Sembra infatti che dopo aver sconfitto i mostri (si parla di una varietà di almeno 150 tipi) si potrà “arruolarli” per utilizzarli in combattimento, regalando così al giocatore la possibilità di mescolarli in modo sempre diverso, ottenendo cosi esperienze di gioco sempre varie ed entusiasmanti.

Toriyama: “Il sistema “Optimum” non è cambiato ed è ancora il pilastro di Final Fantasy XIII, ma abbiamo deciso di aggiungere un tocco cinematografico nelle parti “intermediarie” degli scontri, in modo da coinvolgere ancora di più i giocatori. D’altra parte, abbiamo voluto aggiungere la dinamica mostri/personaggi e il loro sviluppo per dare varietà alla squadra. Ci saranno mostri offensivi e difensivi di diverse forme e dimensioni, ed essi potranno essere affiliati ai diversi Optima che il giocatore ha a disposizione.”

Kitase: “I giocatori potranno anche personalizzare le statistiche dei mostri aumentando il loro livello, e perfino equipaggiarli con degli accessori per aumentarne ulteriormente la potenza. Mentre i mostri potranno essere scelti ogni volta, Serah e Noel rimarranno dei membri “fissi”in squadra. Per lo più abbiamo pensato che il nuovo sistema di incontro con i nemici (il Mog Clock) e l’azione cinematografica rendesse gli scontri più brevi e favorisse costante il ritmo del gioco. Per finire, il tempo atmosferico influenzerà l’andamento di alcuni scontri.”

Un’altra interessante novità sempre riguardante il sistema di combattimeto è rappresentata dall’esordio della “Cinematic Action”, cioè la possibilità di premere i tasti a tempo (come in GOW o RE), per infliggera danni maggiori ai nemici, schivare i loro attacchi o migliorare gli status alleati.
Avvicinandosi ai mostri negli scontri, sotto il personaggio comparirà la lancetta che metterà alla prova il nostro tempismo. Premendo la X quando essa è verde, otterremo uno scontro con attacco preventivo a nostro favore. Se premeremo quando è gialla otterremo l’inizio di scontro normale, se invece premeremo quando essa sarà già diventata rossa otterremo un attacco a sorpresa da parte dal nemico.
E’ stata inoltre introdotta la modalità di gioco facile, già presente nella versione JAP di Final Fantasy XIII.

ff132-a

L’ESPLORAZIONE

Consci che una delle maggiori pecche di Final Fantasy XIII che tanto ha fatto storcere il naso ai fan della serie è stata la linearità e la mancanza di esplorazione dalla Square Enix hanno assicurato che in questo capitolo saranno presenti negozi e città, numerose aree da esplorare e personaggi con cui instaurare dialoghi ache a risposta multipla.

Kitase ha dichiarato: “Penso che se avessimo creato le città con lo stile di FFVII e FFIX la cosa sarebbe stata abbastanza noiosa. In FFXIII-2, invece, abbiamo dato un’Intelligenza Artificiale a ciascun abitante delle città, in modo che possano compiere diverse azioni, come sedersi, chiacchierare con i membri della loro famiglia o con altre persone, eccetera. In questo senso, si tratta di città diverse da quelle che si aspetta di trovare in un Final Fantasy”.

Saranno presenti, a detta di Toriyama, numerosissime missioni e side quest, aree esplorabili e variazioni atmosferiche che influenzeranno gli attacchi dei personaggi nel corso degli scontri.
Toriyama ha detto che si sono ispirati a Red Dead Redemption per questo aspetto del gioco, sarà possibile ritornare in luoghi già visitati grazie all’abilità di esplorazione e sarà possibile “saltare” in ogni momento del gioco. Inoltre in giro per il mondo vi saranno un gran quantità di Chocobo che ci aiuteranno negli spostamenti (un pò come andare a cavallo in RDD no?).

Toriyama ha poi aggiunto che la sua idea è quella di garantire una rigiocabilità diversa da quella vista in FFX-2, aggiungendo che ci saranno molti tesori presenti nel gioco e che si avrà la possibilità di localizzarli mediante un moguri che ci accompagnerà e che avrà altre abilità oltre a questa.

TRAMA

La trama risulta più tetra e misteriosa di quella di FFXIII.
Ciò che sappiamo è che Lightning è scomparsa, data sicuramente per morta.
Dello stesso avviso non è pero la sorella Serah, che è convinta che Lightning sia ancora viva ed intraprende un viaggio affiancata da Noel, misterioso ragazzo apparso già nei suoi sogni, alla volta di Valhalla, luogo in cui i due suppongono possa trovarsi Lightning.
Noel è un ragazzo originario di Pulse, del tutto ignaro dell’epurazione accaduta anni prima (questo indica che sono trascorsi anni dagli eventi di FFXIII).
Toriyama tiene a precisare che Noel è un ragazzo forte e valoroso, dall’animo nobile ed è diverso da Snow sotto molti aspetti.
Serah sarà armata di “Moguri”, creatura capace di trasformarsi in una spada/arco.
Essa non potrà effettuare invocazioni ma potrà invece reclutare mostri come scritto pocanzi.
Kitase non ha aggunto molto riguardo alle vicende di Lightning e a cosa possa esserle accaduto, ma ha consigliato di leggere il romanzo “Episode 1”, che narra gli avvenimenti successivi alla conclusione delle vicende raccontate in FFXIII. Avremo comunque modo di controllare Lightning nella fase introduttiva del gioco, nel corso del suo scontro con “Bahamuth Chaos”, una creatura diversa dal “Bahamuth” di Light, ed in generale diversa da tutti gli Esper.
Sull’eveoluzione della trama e sulla sua incisività sul finale del gioco si è cosi espresso Toriyama:
“FFXIII-2 è basato sulle opzioni e sulle possibilità di scelta, al punto che queste azioni avranno delle conseguenze nel gioco. Il gioco avrà finali diversi a seconda delle scelte effettuate nel corso dell’avventura. Ci soffermeremo di più su questo dettaglio al “Tokyo Game Show.”

logoFF13-2

QUALCHE PILLOLA SU FFXIII-2

Durante le varie fasi di esplorazione si avvieranno dei filmati che potranno però essere tranquillamente saltati.
Proprio come in FFX-2 sono stati inseriti finali multipli, per dare più vivibilità al gameplay e maggiore rigiocabilità al titolo.
La trama non sarà più divisa in capitolo, ma in un nuovo metodo che sarà presentato al prossimo “Tokyo Game Show”.
Serah e Noel saranno i personaggi principali del gioco, addirittura è stato detto che Noel avrà un ruolo più importante anche di quello di Serah; mentre è stata confermata la presenza di nuovi ed importanti personaggi nel cast di Final Fantasy XIII-2 nonchè la comparsa dei personaggi di Final Fantasy XIII che avranno nuovi stili di vita e saranno visibilmente cresciuti.
Nel corso del gioco, Toriyama ha detto, sarà molto importante la funzione “Live Trigger” che ci permetterà di effettuare delle scelte in tempo reale, come ad esempio effettuare subito uno scontro con un nemico o meno.
Saranno presenti numerosi enigmi da risolvere.
Un simbolo uguale comparirà sullo scudo di Lightning e sugli abiti di Serah, durante il gioco ne scopriremo la ragione.
L’arma di Light avrà ancora la peculiarità mostrata in FFXIII, sarà anche in questo nuovo capitolo infatti in grado di mutare da spada a pistola e viceversa.
A chi gli chiedeva qualche info sulla modalità “Nuovo Gioco+”, Toriyama ha cosi risposto:
“Abbiamo qualcosa di meglio, ma dovrete avere pazienza fino a quando non riveleremo altri dettagli.”
Dopo gli eventi di Final Fantasy XIII sembra che gli abitanti della cittadina di Bodhum abbiano costruito una “Nuova Bodhum” nei pressi della costa di Gran Pulse; al suo interno vivono, tra gli altri, Serah ed il Team Nora.
Sembra inoltre che i nemici che troveremo nei pressi di questa nuova località non provengano ne da Cocoon ne da Pulse, pare infatti siano nemici nuovi di zecca disegnati dall’Art Disegner Toshitaka Matsuda.

MUSICHE

Le musiche saranno nuovamente affidate alla composizione da parte di Hamauzu, affiancato da Mitsuto Suzuki, che ha già lavorato alle musiche di “The 3rd Birthday”.

DLC

Kitase ha ammesso che alcuni DLC erano stati formulati per essere inseriti in FFXIII, ma l’idea in seguito al lancio del gioco è stata poi scartata e questo lo ha molto deluso.
Ha detto quindi che tali (ed altri) DLC saranno garantiti per poter essere giocati su FFXIII-2, cosi da arricchira ancor più la trama.

Ti Potrebbe interessare anche...