E3 è praticamente alle porte e le software house si stanno preparando all’evento videoludico più atteso dell’anno. L’annuncio di Modern Warfare ha fatto balzare dalla sedia tutti gli appassionati dello sparatutto più famoso di sempre, ma Call of Duty: Black Ops 4 continua ad essere supportato con aggiornamenti e DLC periodici. Eccoci quindi tornati sulla serie dedicata agli specialisti del titolo. Nello scorso articolo abbiamo visto Zero, introdotta con Operation Absolute Zero, in questo vedremo invece Prophet.

Chi è Prophet?

Nato il 2 febbraio 2009 nel Regno Unito, David “Prophet” Wilkes ha da sempre nutrito una grande passione per la tecnologia. Durante la sua esperienza nell’esercito, i suoi genitori vengono colpiti da una malattia sconosciuta, che quindi non può essere curata. Decide così di licenziarsi per prendersene cura fino alla loro morte, dopodiché si iscrive al progetto DNI per potenziarsi in modo cibernetico.

Inizia quindi a migliorare se stesso, sostituendo gli arti umani con due di natura cibernetica, potenziando audio e vista. Impianto dopo impianto, riesce a rendere il suo corpo cibernetico al 70%. Crede che la cibernetica sia il futuro per l’umanità, ma che sia un’evoluzione forzata da parte degli umani. Vediamo adesso cosa comprende il suo equipaggiamento.

Come arma speciale, Prophet possiede il Tempest, un fucile semiautomatico che spara proiettili elettrici in grado di atterrare i nemici. L’elettricità può trasmettersi tra loro se sono posizionati vicini.
Il gadget speciale è invece la Seeker, una mina shock a ricerca che paralizza i nemici al contatto, permettendo al giocatore di eliminarli.

Per sbloccare la skin di Prophet in Blackout, bisogna completare una sfida composta da tre obiettivi nel Battle Royale. Come prima cosa c’è da trovare la Protesi Oculare, disponibile nelle casse rilasciate dagli elicotteri o ottenibile uccidendo un nemico che la possiede. Gli altri due obiettivi sono collegati, perché c’è da vincere una partita con tre perks attivi. Una volta fatto tutto ciò si potrà affrontare questa modalità con la skin di Prophet.

Quando utilizzarlo?

Considerando il Tempest, Prophet può tranquillamente rientrare tra gli specialisti che colpiscono ad area. La capacità della sua arma di trasmettere i colpi elettrici a più nemici gli consente di essere molto duttile. È chiaro però che più l’area è piccola e maggiori sono le possibilità di fare un alto numero di uccisioni, cercando di concentrare diversi avversari nello stesso punto. Quindi la scelta più giusta ci sembra quella di utilizzare Prophet in mappe composte da spazi piccoli.

Questo darà anche la possibilità di ottenere un’uccisione con l’aiuto della Seeker, che troverà e immobilizzerà un nemico nei paraggi, dando al giocatore il tempo di andare ad eliminarlo. Prophet è sicuramente uno degli specialisti più utilizzzati, grazie ad un’arma speciale utilissima ed in grado di decidere le partite. Prima di chiudere, ricordiamo che Call of Duty: Black Ops 4 è disponibile su Amazon ad un prezzo ottimo, vi aspettiamo sul campo di battaglia!

Ti Potrebbe interessare anche...