L’anno videoludico è composto da tutta una serie di eventi suddivisi per ogni stagione. La fiera più importante è sicuramente E3, che si svolge a Los Angeles nel mese di giugno ed intrattiene sempre un pubblico numerosissimo. È proprio qui che vengono annunciati i titoli più attesi, compreso il calcistico annuale targato EA Sports. Qualche voce su FIFA 20 è già in circolazione, ma non c’è nulla di certo. Eccoci dunque a parlare di ciò che secondo noi verrà annunciato durante EA Play (dal 7 al 9 giugno) riguardo una delle serie sportive più giocate di sempre.

Non dimentichiamo però FIFA 19. L’ultimo capitolo è stato infatti il più giocato e la community si sta preparando al grande evento dei TOTS. Nel mese di maggio infatti vengono rilasciati i Team Of The Season dei maggiori campionati ed è per questo che la stagione calcistica virtuale termina sempre più tardi rispetto a quella reale. Se non ancora lo avete giocato e volete provare a trovare alcuni dei giocatori più forti, vi ricordiamo che FIFA 19 è disponibile su Amazon all’incredibile prezzo di 30€!

La copertina di FIFA 20

Il detto dice che l’abito non fa il monaco e, probabilmente, non esiste una dicitura più azzeccata di questa per descrivere FIFA 19. Seppur inizialmente sulla copertina appariva Cristiano Ronaldo, a detta di molti il miglior calciatore di oggi, l’ultimo capitolo della software house canadese è stato invece uno dei peggiori dal punto di vista del gameplay, con lamentele continue da parte dei videogiocatori. Con lo scandalo su CR7 accusato di stupro, EA Sports ha poi deciso di sostituire il campione portoghese sulla cover da Kevin De Bruyne, Paulo Dybala e Neymar.

Per quanto riguarda FIFA 20 invece non si ha alcuna notizia. Una caratteristica della community di questa serie è la fantasia, quindi non sono mancate scommesse su chi possa essere l’uomo (o gli uomini) copertina del prossimo capitolo. La maggior parte degli appassionati sono sicuri che a fare da testimonial sarà uno tra Neymar e Mbappé, in quanto due tra i giocatori più utilizzati in game. Potrebbe però esserci spazio anche per un calciatore di Premier League, campionato molto amato in tutto il mondo.

Il Viaggio sostituito da una nuova Carriera Giocatore?

Se ad E3 dello scorso anno la notizia più attesa era quella della Champions League, per questa edizione l’attenzione è rivolta quasi interamente alla modalità Il Viaggio. Gli sviluppatori infatti erano stati chiari, affermando che il terzo capitolo di questa amatissima modalità sarebbe stato l’ultimo riguardo le vicende di Alex Hunter. A questo punto la domanda che viene spontanea a tutti è: vedremo un altro personaggio o la modalità cesserà definitivamente di esistere?

Secondo noi di Gamempire nessuna delle due. Il Viaggio ha avuto tantissimo successo seppur sia stato di breve durata ed è per questo motivo che ci sentiamo di escludere la sua assenza nei prossimi capitoli. Nell’ultimo periodo c’è una voce che circola sul web secondo la quale la Carriera Giocatore potrebbe subire una rivoluzione ed essere così realizzata proprio sulla base della modalità Il Viaggio, un po’ come accade in NBA2K. L’idea di un personaggio creato da zero che vive la sua carriera di calciatore attraverso scene stile Il Viaggio è ciò che chiedono i fan da diversi anni. Questa è un’opzione che potrebbe sicuramente essere presa in considerazione.

Dall’altro lato però, non dimentichiamo che per realizzare un progetto del genere c’è bisogno di un lavoro lungo diversi anni. Proprio per questo, la presenza di un nuovo personaggio potrebbe essere una scelta inerente a tutto questo discorso. Non più Alex Hunter, ma un altro calciatore con una storia completamente diversa e, soprattutto, con scelte che determinano realmente il futuro. Staremo a vedere cosa ci riserveranno gli sviluppatori.

FUT 20: tante novità?

La modalità più giocata del calcistico di casa EA Sports è da anni Ultimate Team. In FIFA 19 è stato festeggiato il decimo anniversario di FUT attraverso un evento molto particolare. Dieci anni di sfide, divertimento, ma soprattutto controller spaccati. Sì, perché secondo gran parte dei giocatori FUT riesce a tirare fuori il peggio di sé stessi a causa del famoso “script”. Leggende metropolitane narrano infatti che all’interno del codice del gioco ci siano delle stringhe che in qualche modo aiuterebbero un giocatore piuttosto che l’altro durante la partita.

A dimostrazione di questo ci sono numerosi video dove vengono colpiti diversi legni in una singola azione. Oppure continuando, screenshots sulle statistiche di fine partita con la vittoria a favore di un giocatore quando l’altro ha invece effettuato il doppio dei tiri. Insomma, alcuni dicono che sia semplicemente fortuna/sfortuna, altri invece vorrebbero che le cose cambiassero e che ci sia più meritocrazia.

Un’altra accusa che i videogiocatori rivolgono ad EA Sports è il fatto di rendere il titolo Pay-To-Win. In chiave microtransazioni potrebbero essere effettuati importanti cambiamenti. Qualche mese fa infatti, in Belgio è stato vietato l’acquisto di FIFA Points, poiché considerato gioco d’azzardo. Per questo motivo, abbiamo modo di pensare che l’azienda abbia diverse carte da giocare riguardo gli acquisti in game.

L’unica novità sicura al momento è l’aggiunta di altre Icone all’interno della serie. Non si conoscono ancora i nomi, ma la community si sta sbizzarrendo, creando possibili carte con Totti, Zidane e tanti altri. È certa l’assenza di Beckham, che essendo esclusiva di PES non può essere presente in FIFA 20. Al momento sono presenti 32 giocatori storici, prepariamoci quindi a vederne molti altri.

Queste dunque le nostre aspettative per E3 riguardo il nuovo capitolo calcistico di EA Sports. Speriamo che, a differenza degli altri anni, venga annunciato qualcosa sul gameplay, ma risulta difficile crederlo. Staremo quindi a vedere cosa tireranno fuori stavolta gli sviluppatori. La speranza è che riescano quantomeno a far brillare gli occhi ai fan, proprio come fatto con l’annuncio della Champions League.

Ti Potrebbe interessare anche...