Gli utenti di PlayerUnknown’s BattleGrounds che stanno provando in queste ore il gioco su PlayStation 4. Ma sulla console si casa Sony esiste una versione normale del gioco a un’altra denominata opzionale denominata PUBG PTS.

Il mistero dietro a questo acronimo è presto risolto. Si tratta di PlayerUnknown’s BattleGrounds Public Test Service, un server apposito creato da PUBG Corp per testare delle modifiche al gioco. Un banco di prova per gli update che è già presente. Questa versione è gratuita e accessibile a chiunque voglia fare da tester per le nuove funzionalità ma ovviamente non è curata e piena come il gioco base e con alcune lacune.

Questa versione opzionale di PUBG è già disponibile da tempo sia su PC che su Xbox One e in occasione della pubblicazione del gioco anche sulla console Sony è entrata anch’essa nello store.

La raccomandazione degli sviluppatori, nel caso si siano istallate entrambe le versioni di PlayerUnknown’s BattleGrounds, di verificare quale delle due si sta avviando per evitare di trovarsi per sbaglio nel server di “prova” e riscontrare problemi e bug frequenti.

Cos’altro ti serve


PUBG: QUALE È LA DATA DI USCITA E IL PREZZO SU PLAYSTATION 4?

PLAYERUNKNOWN’S BATTLEGROUNDS – IL FENOMENO DEL MOMENTO BY X-BOSS

Ti Potrebbe interessare anche...