In “La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra”, l’action RPG di Warner Bros e Monolith Productions, una delle meccaniche principali del gioco è relativa alla conquista/difesa delle fortezze. Tale spaccato di gameplay è così centrale che molte missioni della campagna principale vertono su di esso, così come la modalità endgame “Guerra delle Ombre”.

Proprio in quest’ultima saremo chiamati a difendere i castelli che tanto duramente avremo conquistato nel percorso di Talion alla conquista di Mordor. Nelle righe che seguiranno, troverete alcuni utili consigli per difendere al meglio le vostre terre dalle minacce esterne.

Tutto inizia dalla preparazione: avrete diversi slot da riempire con capitani e potenziamenti per raggiungere il potere massimo consentitovi. Questo parametro è influenzato dal livello del vostro personaggio, da quello degli orchi e dalla loro rarità. Teniamo a sottolineare però che si tratta di una stima approssimativa che non influisce realmente sulla battaglia, serve solamente a darvi un’idea della differenza tra le parti.

Cercate dunque di utilizzare i capitani di livello più alto e della rarità migliori. Al fine di avere tutti gli slot, dovrete superare tutte e tre le fosse degli orchi disponibili nella vostra regione, perciò state attenti a questa meccanica, la quale è correlata anche ad un trofeo.

Una volta assegnate le vostre truppe, dovrete scegliere quale potenziamento utilizzare per ogni slot. Il nostro consiglio è di usare le “Mine Infuocate”, le “Bestie Maledette” e i “Getti velenosi”. In questo modo potrete sfruttare tutti gli elementi in maniera efficacie. Importantissima è invece l’aggiunta degli “Spuntoni” che negano ai vostri nemici la possibilità di scavalcare le mura. Questo li costringerà a violare il perimetro che avrete rafforzato con le “Mura di Ferro”, e dunque si troveranno sotto un costante flusso di colpi d’artiglieria. Il resto dei perk può essere messo a vostro piacimento, in quanto tutti piuttosto validi.

Una volta sistemate le vostre difese vi troverete nel bel mezzo dello scontro. La prima cosa da fare è distruggere i Graug artiglieri il prima possibile. Vi basterà colpirli dalla distanza per stremarli e cavalcarli grazie all’abilità “Cavalcatura d’Ombra”. Con questo stratagemma priverete il nemico del suo fuoco a distanza e lo userete contro di lui, sebbene si abbiano solo due colpi a disposizione.

A questo punto dovrete affrontare i diversi capitani che arriveranno a sfondare le vostre mura. Qui, l’unico consiglio è di sfruttare le loro debolezze e spostarvi da un punto all’altro della mappa per evitare di attirare troppi nemici su di voi. L’importante è che cerchiate di dominare più nemici possibili. Ciò vi fornirà capitano di livello (e rarità) più alto e, inoltre, vi permetterà di metterli contro i loro ex-compagni direttamente nel campo di battaglia. Occhio agli occasionali stendardi che compariranno, distruggeteli subito o vi troverete in guai seri.

Seguendo questi consigli, le vostre difese aumenteranno nel corso della battaglia e riuscirete a tenere le mura completamente intatte con un guadagno di orchi alleati non indifferente.

Ti Potrebbe interessare anche...