Dopo aver analizzato gli operatori delle forze speciali britanniche S.A.S., ovvero Sledge, Thatcher, Smoke e Mute, iniziamo con una nuova unità: FBI SWAT. In questa guida vedremo come utilizzare il primo assalitore: Ash.

L’abilità speciale di Ash e quali armi scegliere

Ash è uno degli operatori di base più utilizzati in Rainbow Six Siege, questo grazie alla sua capacità di abbattere porte, finestre, muri semplici e botole non rinforzate tramite il suo lanciagranate M120 MIC. Creato per fare breccia nelle situazioni ad alto rischio, monta un proiettile ad arpione da 40mm che esplode a contatto con una superficie.

Come armi primarie, Ash può essere equipaggiata con due diversi fucili d’assalto: un G36C ed un R4-C. Come secondarie, è dotata di due pistole semi-automatiche: una M45 MEUSOC ed una 5.7 USG. Infine, come gadget generici, possiede delle cariche da irruzione o delle granate stordenti.

Il G36C è un’arma che deve essere considerata in mappe dove è obbligatorio muoversi in spazi ampi e con scontri dalla lunga distanza.

L’R4-C è invece da prendere in considerazione in caso di mappe con spazi ristretti e con ingaggi dalla breve distanza.

La scelta della secondaria in questo caso è soggettiva, in quanto molto simili, ma la 5.7 USG è la più consigliata tra le due, in quanto più compatta e adatta in ogni situazione.

Il gadget da scegliere va scelto in base al ruolo che abbiamo nel team, ma soprattutto in base alle nostre esigenze. Le cariche da irruzione sono la scelta migliore nel caso in cui avremo il ruolo di libero della formazione, per creare situazioni favorevoli o distrarre gli avversari piazzandone una da un lato e sparando con il lanciagranate dall’altro. Le granate stordenti saranno molto utili in caso di prima linea, per avere un piccolo vantaggio sugli avversari.

Quando e con chi usare Ash?

Il suo gadget speciale, ovvero il lanciagranate, consente di partecipare all’attacco in un modo alternativo. Dalla lunga distanza si potranno infatti controllare i movimenti della squadra e quelli di eventuali bersagli. Questo ci permetterà di avere un vantaggio fin da subito, non dando punti di riferimento agli avversari. Ash è sostanzialmente un operatore da prima linea. Massima mobilità e corazza leggera, la rendono ottima per le incursioni classiche.

Il compagno migliore da affiancare ad Ash può essere scelto tra GlazThatcher.
Il primo dovrà essere considerato in situazioni dalla lunga distanza. Dopo aver creato una linea di tiro con il nostro operatore, Glaz potrà eliminare i nemici o dare copertura alla squadra.
Il secondo sarà invece utilissimo contro i dispositivi in grado di annullare l’effetto del nostro lanciagranate, lanciando le granate EMP che distruggeranno quei dispositivi.

Questi, dunque, i consigli per quanto riguarda Ash, un operatore che non può assolutamente mancare. Se utilizzata a dovere, è in grado di risolvere una partita da sola.
Restate sintonizzati su Gamempire per altri consigli sull’FPS tattico di casa Ubisoft e per molto altro ancora!

Ti Potrebbe interessare anche...