Monster Loves You arriva anche su Nintendo Switch dopo essere uscito per Playstation 4, Pc e mobile. Si presenta come un titolo fresco e divertente, a tratti anche interessante. Ma sarà così praticamente?

Un mostro da creare

Piccola premessa, ma doverosa, questo titolo è lontano da essere definito un videogioco. La parola videogioco non gli rende giustizia. Si è interagibile, grazie anche allo schermo touch di Switch, ma Monster Loves You fondamentalmente è sopratutto un libro di racconti interattivo, che come si può facilmente intuire, basa tutta la sua narrativa sui mostri. Mostri che devono essere creati da zero e che sono caratterizzati sopratutto per la loro simpatia.

Una piccola avventura di racconti stravagante e semplice. Non ci sono animazioni, tutta l’azione si svolge su fondali statici, che però sono molto vari. Ci saranno da prendere molteplici scelte ed i risultati di queste decisioni daranno forma all’avventura.

Monster Loves You inizia dalla creazione del mostro che andremo a seguire nella sua avventura. Si dovranno scegliere delle risposte che andranno ad influenzere il punteggio in 6 categorie: coraggio, intelligenza, ferocia, onestà, gentilezza e rispetto. A seconda di come vengono bilanciate queste caratteristiche, il mostro prenderà forma.

Un mostro come amico

Una volta creato il mostro si seguirà l’arco narrativo della sua esistenza, che dura circa 45 minuti. Dalla giovinezza, all’adolescenza, all’età adulta, il viaggio è frammentato in giorni, dove ogni giorno nuovo fà guadagnare più punti mostruosi.

L’avventura, una volta simulata una certa quantità di eventi, si concluderà e ci sarà un nuovo capitolo, con altre situazioni. Data la natura del gioco, c’è una buona dose di ripetitività dato che dato che alcune scelte una volta intraprese possono portare alle stesse scelte già viste in precedenza.

Un titolo divertente

I punti forti di questa avventura piena di mostri, sono la freschezza e la simpatia con cui a volte si affrontano diverse scelte e situazioni. Sicuramente Monster Loves You interpreta molto bene questi aspetti.

Come sempre in questi casi, la console Nintendo si dimostra validissima sopratutto grazie al touchscreen, che faciliterà l’esperienza di gioco ed in più, data la poca durata della avventura, la portabilità sarà l’ideale per giocare partite veloci e pratiche. Come libro di racconti è indicato a tutti, grandi e piccoli senza alcuna riserva, ed è in grado di offrirci qualche ora di intrattenimento sia da soli che in compagnia. Ma questa sua poca longevità, oltre alla ripetitività di alcune scelte e situazioni ne fanno un titolo difficilmente rigiocabile prima di essere archiviato.

Ti Potrebbe interessare anche...