Il nuovo capitolo della serie Metro arriverà su Pc Windows, Ps4 ed Xbox One il 22 febbraio 2019. Il tanto atteso sequel si è fatto attendere a lungo ma i ragazzi di 4A Games hanno sapientemente preso il giusto tempo per rilasciare un prodotto di qualità.

Annunciato durante la conferenza E3 Microsoft del 2017 il gioco era un po’ sparito dai radar per poi tornare in pompa magna un anno dopo. Durante la Milan Games Week siamo riusciti a mettere le mani sul nuovo capitolo della serie metro apprezzandone il livello qualitativo raggiunto.

Non È Tutto Oro Quello Che Luccica

Partendo dalla pura tecnica è impossibile non ingolosirsi vedendo A4 Engine all’opera. La paletta dei colori è stata ampliata e gli elementi a schermo sono tanti e ricchi di dettaglio. Pad alla mano le sensazioni sono molto buone evidenziando che l’approccio al gioco è stato quasi totalmente rivisto. Nonostante i pochi minuti a disposizione abbiamo potuto apprezzare il dinamismo del gioco, ma anche qualche piccole sbavature che speriamo vengano sistemate da qui a febbraio.

La prima è un’interazione ridotta all’osso come se molti degli elementi fossero su un fondale disegnato. Se Metro Exodus è colmo di particolari caratteristici questi non saranno minimamente interattivi. Il secondo appunto va all’intelligenza artificiale che ci è sembrata alquanto ballerina, nel vero senso della parola. Mentre attraversavamo un ponte, prima di essere individuati dai nemici, abbiamo deciso di attaccare senza un minio di tattica. Il motivo è stato dettato dal poco tempo a disposizione, un approccio stealth avrebbe richiesto una poltrona e tazza di te.

Durante il nostro attacco, feroce, una delle guardie ha cominciato letteralmente a trotterellare in cerchio prima di andarsi a nascondere dietro un barile. Voluto o no, il tizio è riuscito nel suo intento di sviarci e farci mancare il bersaglio con la balestra, la cosa è apparsa alquanto bizzarra.

Poco Tempo Per Ingolosire

La nostra sessione non è durata molto, il tempo di muoverci in quattro stanze, vedere qualche spezzone di gioco ed affrontare una manciata di nemici. Il tutto sembra funzionare bene anche grazie ad un buon level design ed ambientazione. Il desiderio di andare avanti, di supplicare gli addetti di lasciarci giocare ancora un po’, è stata tanta anche perché Metro Exodus, a differenza di altri titoli provati, non aveva una demo a tempo.

Il nuovo gioco di A4 Games ha tutte le carte in regola per ritagliarsi il suo spazio anche se richiederà pazienza per adattarsi al ritmo di gioco ed approfondire i vari elementi come storia e crescita del personaggio. Anche la parte di creazione oggetti sembra ben orientata, ma verrà valutata al rilascio del titolo. Appuntamento al 22 febbraio 2019.

Vuoi seguirci da vicino o hai altre domande per noi?

Iscriviti alla nostra community su Facebook!