State Of Decay 2 ha finalmente una data d’uscita, fissata per il 22 maggio 2018 in esclusiva Xbox One e Windows10. Il gioco verrà distribuito in due diverse edizione: standard edition e ultimate edition, rispettivamente a 29.90 euro e 49.90 euro.

La community si è subito indispettita per il prezzo del prodotto, considerato troppo basso per un prodotto di qualità ad alto budget, ed è proprio qui che casca l’asino. Il prezzo di State Of Decay 2 non solo è onesto, ma rispettoso sia per la software house che per la community.

Undead Labs è un team molto piccolo, una squadra che ha dimostrato con il primo capitolo di aver talento e saperlo sfruttare, proprio per questo Microsoft ha deciso di investire per un seguito, alzando l’asticella della qualità e del budget a disposizione.

Ciò non toglie che State Of Decay 2 è il seguito di un indie game costato poco meno di un milione. Si avete capito bene, un gioco costato così poco è riuscito a vendere più di due milioni di copie e a piazzarne altre con le release successive su Xbox One.

Proprio per questo motivo era lecito aspettarsi un investimento maggiore, ma era impossibile poter portare un progetto di questo calibro a livello di un tripla A. La motivazione è semplice: il rischio di bruciare un team di questo tipo è alto, ed occorre essere cauti e procedere con costante crescita.

Ed ecco che arriviamo alla decisione di prezzare il videogioco a livello budget. Cosa comporta questo?

Innanzitutto vendite maggiori al day one, le quali comportano un allargamento della community, necessaria per un titolo di questo calibro, che introduce per la prima volta una modalità co-op multiplayer. Per questo l’utenza e la fan base deve necessariamente aiutare Undead Labs nella crescita sia di State Of Decay 2 sia della proprietà intellettuale nella sua totalità.

Vendite importanti per questo seguito, e un eventuale apprezzamento importante, potrebbe portare Undead Labs a crescere definitivamente ed entrare finalmente nella produzione dei grandi, magari proprio con un State Of Decay 3.

Un’altra motivazione molto importante per la scelta del prezzo è sicuramente da ricoleggarsi al Game Pass, il quale da marzo in avanti presenterà sin dal day one i giochi in esclusiva Microsoft all’interno dell’abbonamento.

Detto ciò, non temete per la qualità di questo seguito. Undead Labs ha tutte le carte in regola per poter presentare un prodotto di alto livello anche ad un prezzo non necessariamente alto.

Il nostro consiglio è proprio quello di dare una possibilità a questo survival, che se dimostrerà di avere anche solo la metà del fascino del primo, vi potrà regalare mesi di divertimento, soprattutto grazie all’introduzione della co-op.

Se avete ancora dubbi, aspettate la nostra recensione. La quale arriverà, nel mese di maggio.

 

Ti Potrebbe interessare anche...