Samurai Riot è un gioco 2D cooperativo Beat’em up / Arcade in cui vestiremo i panni di due guerrieri carismatici costretti a scegliere tra il seguire il codice di condotta del samurai, o il loro onore. Gli Arcade beat ‘em up hanno un posto speciale nella storia dei videogiochi, ed alcuni di loro hanno raggiunto quasi uno stato di culto ormai. Da quando Steam ha introdotto Greenlight, abbiamo visto una ripresa di questi generi, ma nessuno ha raggiunto il livello dei predecessori. Samurai Riot sembra un buon candidato per questa impresa, scopriamo se riuscirà a mantenere le ottime promesse.

La via del samurai

La storia è ambientata nel sol levante, ed inizia con l’introduzione dei due personaggi giocabili nel gioco, Tsurumaru e Sukane. Tsurumaru è il tipico samurai, fatta eccezione per la capacità di lanciare granate. Sukane invece è più agile rispetto a Tsurumaru e ha anche una volpe che può distrarre e attaccare i nemici. 

La differenza principale sta nelle loro mosse speciali. Ognuno ha una mossa difensiva personale, Tsurumaru è in grado di bloccare i colpi, mentre Sukane li eviterà. Si tratta della maggior differenza che troveremo nei personaggi e la strategia di combattimento rimane la stessa.

Il piano di infiltrarsi nella cellula ribelle, in modo da uccidere il capo, è fallito, ed il nostro compito è quello di porre fine alla guerra civile dimenticando le azioni stealth e scatenando una vera e propria carneficina.

Gameplay

L’avventura è a scorrimento 2D, che richiama i classici della serie e che ci pone di fronte ad un buon comparto grafico realizzato in cell shading . Abbiamo un paio di attacchi a nostra disposizione, ma per capire con quali tasti si utilizzano, la prima cosa da fare è mettere in pausa il gioco e controllare l’elenco. Non esiste infatti alcun tutorial nel gioco, per cui, senza consultare la lista, vi perderete sicuro alcune combinazioni di attacco.

La prima ondata di nemici è abbastanza semplice, con i soliti ninja con attacchi base, ma proseguendo nel gioco arriveranno nuovi nemici che caricheranno a testa bassa con delle lance, o addirittura proveranno a spararvi! Preparatevi comunque a sconfiggere molti cloni, stessi template e stesse mosse, differenti solo nei colori. Per quanto i nemici siano diversi, non posso dire lo stesso per gli attacchi del nostro personaggio.

Abbiamo accesso a quattro mosse: Attacco con le armi, calcio, manovra difensiva e salto. La quinta è per il gioco co-op che scatena una mossa speciale con entrambi i personaggi. Abbiamo a disposizione anche un Fury Attack,  una mossa devastante utilizzabile dopo aver riempito la barra attraverso attacchi o oggetti.

Nonostante un paio di movimenti speciali e le prese, la strategia migliore sembra essere sempre la stessa, circondare i nemici, farli raggruppare e lanciare la granata o la combinazione d’attacco base. L’unica mossa utile è la speciale co-op locale, ma è disponibile solo giocando con un altro giocatore, restrizione che non sarebbe accaduta con l’introduzione della co-op online.

La nota dolente per me è la totale assenza di slot di salvataggi. Una volta avviata una partita puoi giocare fino alla fine o cancellarla. Volevo provare la funzionalità multiplayer, ma ho dovuto sacrificare tutti i progressi che avevo fatto nella mia campagna single player. Stessa cosa se si decide di cambiare personaggio.

Sicuramente da apprezzare invece la possibilità di scegliere tra i vari percorsi di ramificazione della storia, che influenzano le tappe successive e soprattutto il finale. Le scuole di lotta invece determinano le tue statistiche e forniscono un’abilità bonus (cambiano anche la tavolozza dei colori). Le statistiche sono divise in Salute, Forza, Agilità e Furia.

Le abilità sono bonus unici che possono essere utilizzati nel gioco. Un esempio è che la scuola della rana consente un doppio salto anziché quello standard. Possono essere abilità divertenti, ma all’inizio del gioco avremo accesso solo a quattro. Per ottenere le altre, dovremo usare il denaro raccolto.

Il denaro può essere prelevato sul campo, sconfiggendo i nemici e distruggendo gli oggetti, ma la maggior parte di esso proviene dalle ricompense. Ogni stage di combattimento ha un rating che prevede una quantità stabilita di monete d’oro.

Grafica e audio

Mentre avanziamo nel gioco, appare chiaro che molti degli sforzi degli sviluppatori sono andati alla riproduzione dello sfondo, e alle immagini di ogni livello. I disegni dei personaggi ed alcuni disegni dei boss sono semplicemente eccezionaliLo stile d’arte ha il suo fascino, ma presto ci si rende conto che non c’è molta varietà di animazione.  Se siete dei fan dei film o degli anime con samurai giapponesi, apprezzerete sicuramente la nota visiva.

Per quanto riguarda l’audio, i pugni e i colpi con la katana sono accompagnati da alcune melodie Nujabes, strumenti tradizionali giapponesi mescolati con i battiti hip-hop. Non è nulla di rivoluzionario, ma si adatta al tono del gioco. L’unico problema è che la maggior parte di queste musiche sono coperte dai suoni degli attacchi, quindi vi consiglio di abbassare un minimo il volume degli effetti sonori per godervi appieno il titolo.

Ti Potrebbe interessare anche...