Sia la PlayStation 4 che Xbox One possono registrare il gioco in corso per poi poterlo condividere sui vari canali video o sui social network con i propri amici. I metodi proposti dalle due console sono simili ma in un certo senso differenti.

In questo approfondimento andiamo a valutare le due soluzioni sia per quanto riguarda la registrazione, l’editing video che la parte di condivisione (e streaming) ricordando che, con futuri aggiornamenti, le cose potranno cambiare.

REGISTRAZIONE

PLAYSTATION 4

In Sony l’idea è stata semplice quanto funzionale; il sistema registra gli ultimi 15 minuti di gioco premendo per un secondo il tasto share, in caso di un rapido click sul tasto la PS4 effettuerà una foto del giocato a schermo.
Ciò significa che in qualsiasi momento il giocatore potrà avviare la registrazione direttamente dal controller senza dover uscire dal gioco e successivamente potrà scegliere il canale su cui lo si vuole caricare, come ad esempio Facebook o Twitch.
Il tempo massimo di registrazione è di 15 minuti che sono sufficienti per una qualsiasi partita giocata agli FPS più recenti quali Call of Duty Ghost o Battlefield 4.

XBOX ONE

La nuova nata di Microsoft registra “solo” 5 minuti ma ha una comoda scorciatoia per ottenere gli ultimi 30 secondi al volo senza dover interrompere il gioco o addirittura usare le mani.
È possibile creare rapidamente una clip dell’ultimo mezzo minuto d’azione dicendo “Xbox, registra questo elemento” e il riconoscimento vocale del Kinect assimilerà il comando e avvierà la registrazione di un filmato mentre si continua a giocare.

Per ottenere clip più lunghi, è necessario dire semplicemente “Xbox, avvia/affianca GameDVR”. Si aprirà l’applicazione di cattura video a fianco al vostro gioco. Tramite questo menù i giocatori possono dire “Fine della clip” e terminare così la clip degli ultimi 30 secondi, 1 minuto, 2 minuti, 3 minuti, o 5 minuti massimi consentiti oppure far partire una clip per registrare i successivi 5 minuti.

CONCLUDENDO: REGISTRAZIONE

PlayStation 4 può registrare clip di una lunghezza tre volte superiore a quella consentita da Xbox One. Questo può sembrare un vantaggio, soprattutto per le persone che vogliono condividere i video delle loro partite più lunghe, ma raramente ci fermeremo a vedere quindici minuti di un match. D’altra parte Xbox One può creare velocemente le clip di momenti veloci senza forzare l’interruzione del gioco.
Il blocco di 15 minuti imposto dalla console Sony obbliga l’utente ad effettuare più lavoro lato editing video mentre dall’altra parte i 5 minuti della Xbox One potrebbero risultare in alcuni casi pochi.

EDITING VIDEO CLIP

PLAYSTATION 4

Sony ha introdotto un sistema molto snello per quanto riguarda il taglio di una clip. Il semplice tocco del pulsante condividi sul DualShock 4 aprirà un menu che consente di tagliare un video fino alla dimensione desiderata.
L’editor è semplice e veloce, ma in questo momento permette solo di tagliare la lunghezza del video e quindi nessuna possibilità di aggiungere eventuali filtri o effetti di transizione tra un momento ed un altro del video.

XBOX ONE

La console Microsoft lavora in modo simile ma con un tool decisamente più potente. Quando si salva una clip su Xbox One, comparirà una voce nella sezione notifiche: tramite l’applicazione Upload Studio potremo aprire la “notifica” e cominciare a lavorare sul video.
Upload Studio è una suite che consente di rintuzzare il clip oltre al ritaglio, aggiungere voci fuori campo, effetti e side-by-side video. È anche possibile mettere insieme fino a cinque diverse clip in un unico video (arrivando così a 25 minuti di video).

CONCLUDENDO: EDITING VIDEO

È abbastanza chiaro che la Xbox One è leggermente più capace quando si tratta di editing video catturati; è possibile aggiungere più di un semplice tocco personale e rifinire il video senza dover utilizzare in un eventuale secondo momento altri tool, oltretutto considerando che i formati di registrazione PS4 non sono modificabili direttamente ma vanno esportati con qualche accorgimento.

CONDIVISIONE VIDEO

PLAYSTATION 4

In questo momento PlayStation 4 può condividere video su Facebook, Twitch e Ustream. I giocatori non possono però caricare direttamente i video su YouTube nè salvarli su un drive USB. Il pulsante condividi sul controller rende facile la condivisione di un video con i nostri amici tramite il social network blu, ma non per caricare video elaborati.

XBOX ONE

Xbox One non permette l’upload diretto di video su Facebook o YouTube: quando si salvano le clip il video finirà nel vostro SkyDrive (piattaforma di cloud storage di Microsoft); da lì però è possibile scaricare il filmato sul vostro PC e farne quello che si vuole, il che include caricarlo su YouTube o modificarlo ulteriormente con dei software professionali.

CONCLUDENDO: CONDIVISIONE

La PS4 consente di condividere i video su Facebook in maniera più rapida e immediata con alcuni gruppi di amici o di caricarla sui vari siti di stream video quali Twitch e Ustream. Se da una parte risulta immediato e divertente, dall’altra il rischio è di avere tonnellate di video/spazzatura che nessuno guarderà.

Per Xbox One la mancanza di un upload diretto potrà risultare poco pratico (per i meno smaliziati e per i giocatori più giovani) e ci si dovrà impratichire con i comandi vocali ma la possibilità di avere i propri video sul proprio spazio SkyDrive e poterci lavorare successivamente per poterli caricare al meglio, darà un tocco di classe e professionalità in più alle vostre clip.

Ti Potrebbe interessare anche...