C’era una volta Resident Evil 2 Remake, progetto fan made di Invader Studios, team italianissimo con la forte passione del brand di Capcom, ove quest’ultima fermò il progetto in corso per potersene occupare personalmente.

Poco male, perché da quell’idea è nato Daymare 1998, titolo originale ispirato in tutto e per tutto alla prima trilogia di Resident Evil – il 1998 nel nome è proprio riferito alla data di rilascio di Resident Evil 2 -, quindi aspettatevi atmosfere horror e meccaniche survival, comprensive di enigmi ben adattati all’interno dell’ambiente di gioco.

Alla Milan Games Week abbiamo potuto testare una versione pre-alpha del titolo e siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla cura dedicata all’intero progetto. L’utilizzo dell’Unreal Engine 4 è ben visibile e risulta ben ottimizzato anche con hardware non al top, non male per un titolo ancora in via di sviluppo, inutile soffermarci di conseguenza sull’aspetto tecnico e passiamo alle parti più interessanti le meccaniche di survival.

L’inventario funziona in maniera molto simile a Resident Evil, comprende una barra degli HP e vari scompartimenti per munizioni, armi e oggetti. Il sistema di ricarica è stata la meccanica più curiosa della nostra prova, se infatti dovessimo decidere di ricaricare in maniera rapida senza passare dall’inventario di gioco, il caricatore cadrà a terra, non solo dovremmo raccoglierlo, ma non sarà possibile nemmeno combinarlo con altri caricatori, ma al contrario dovremmo inserire le pallottole delle scatole di munizioni all’interno delle cartucce. Un sistema che abbiamo trovato decisamente originale e ben adatto a un titolo survival horror e che dimostra che Invader Studios ha tante idee da applicare al gioco stesso. I combattimenti risultano ancora poco interessanti, contro nemici altrettanto poco chiari, tuttavia è ancora presto per giungere a conclusioni, soprattutto per una versione pre-alpha.  Presente anche un piccolo enigma, facilmente risolvibile, ma che ricorda molto da vicino il brand a cui si sono liberamente ispirati.

Il setting risulta ancora poco chiaro, stessa cosa per quanto riguarda la trama, gli sviluppatori non hanno voluto sbilanciarsi più di tanto, mantenendo una buona dose di mistero sul prodotto finale, il quale sarà rilasciato intorno all’estate 2017 su Windows10 e Steam, sono previste anche delle versione console, ma solo dopo il rilascio su PC.

Daymare 1998 è uno dei titoli indie più interessante di questa Milan Games Week 2017, la prova ci ha convinti del buon talento del team composto da una decina di persona e non vediamo l’ora di poterlo testare più avanti e capire i passi in avanti fatti da Invader Studios

Ti Potrebbe interessare anche...