Nella giornata di ieri la Blizzard ha deciso finalmente di rivelare il prossimo eroe che andrà ad unirsi al rooster di Overwatch. Diversamente da come la community pensava, ovvero l’arrivo di Sombra, questa non sembra essere ancora pronta per essere rilasciata, infatti ci siamo trovati di fronte ad un personaggio che ha un ruolo molto particolare: quello del cecchino supporter. Si tratta di Ana Amari, madre di Pharrah creduta morta durate la guerra degli ominic.

overwatch_ana_amari_3

Il versatile arsenale di Ana le consente di curare e potenziare gli alleati da lontano, mentre i colpi letali del suo Fucile Biotico, i dardi narcotizzanti e il potere immobilizzante delle Granate Biotiche neutralizzano chi minaccia i suoi compagni. Ma andiamo a vedere nel dettaglio le sue abilità:

  • FUCILE BIOTICO: il fucile di Ana spara dei dardi che possono sia rigenerare la salute degli alleati sia danneggiare quella dei nemici, inoltre potendo usufruire del mirino per ingrandire la visuale gli permette di effettuare dei tiri molto precisi.
  • DARDO SOPORIFERO: con la sua pistola Ana spara un dardo che addormenta i nemici per un breve periodo. Se i nemici subiscono danno questi vengono risvegliati.
  • GRANATA BIOTICA: Ana lancia una bomba biotica in un’area ad effetto infliggendo danni ai nemici e curando gli alleati, inoltre, gli alleati che vengono curati acquisiscono un buff che gli permette di avere un aumento delle cure da tutte le fonti.
  • BIOSTIMOLATORE: quando ana colpisce i propri alleati con questo stimolatore essi acquisiscono un buff alla velocità di movimento, ai danni ed alla difesa diminuendo così i danni subiti.

 

Ma non è tutto infatti Blizzard ha rilasciato anche il background del personaggio che ci permette di capire di più su quello che è successo durante la crisi Omnic.

Ana, uno dei membri fondatori di Overwatch, usa le sue abilità e la sua competenza per proteggere la propria casa e le persone che ama. Mentre la Crisi degli Omnic mieteva vittime in Egitto, le forze di sicurezza del paese, a corto di personale, dovevano fare affidamento sul supporto dei propri cecchini, tra cui Ana Amari, ritenuta la migliore di tutto il mondo. Mira, capacità decisionale e istinto le garantirono un posto tra i ranghi della strike force di Overwatch che pose fine alla guerra.
In seguito ai successi raggiunti nella loro missione originale, Ana venne promossa Capitano e diventò il braccio destro del Comandante Morrison. Nonostante le enormi responsabilità, Ana si rifiutò di abbandonare il combattimento attivo, continuando a operare sul campo ben oltre i cinquant’anni prima di essere ritenuta morta durante un’operazione di recupero ostaggi, in seguito allo scontro con l’agente operativo di Talon conosciuto come “Widowmaker”. In realtà, Ana non perse la vita in quello scontro, nonostante le gravi ferite riportate e la perdita dell’occhio destro. Durante la guarigione, il peso di una vita passata combattendo si fece sentire, e Ana preferì lasciar credere al mondo che fosse veramente morta. Con il passare del tempo, però, vide la sua patria minacciata da pericolosi elementi, e in lei si risvegliò il desiderio di proteggere i propri cari. Con un armamento “requisito” dagli arsenali di Overwatch, Ana è tornata a combattere per mantenere la pace e fermare chi minaccia la sicurezza e la stabilità del mondo.

Al tempo stesso è stato rilasciato anche un video che spiega le origini del nuovo eroe che potete vedere qui di sequito.

Nel frattempo il PTR è tornato disponibile portando con sé interessanti novità:

  • Nuovo eroe: Ana Amari (Support);
  • Ora le abilità finali si caricano anche con le cure personali;
  • Solo una copia per eroe nella Modalità Competitiva;
  • Bilanciamenti e modifiche a Zenyatta, D.va, Mercy, McCree e altri;
  • Risolti numerosi bug.

Per il changelog completo vi rimandiamo al sito Blizzard.

[php snippet=10 param=id=630]

 

Ti Potrebbe interessare anche...