I giochi targati LEGO stanno prendendo sempre più piede come trasposizioni a mattoncini delle principali pellicole cinematografiche. Da Marvel al Signore degli anelli, molti titoli rientrano nel numeroso catalogo creato da Traveller’s Tale, compreso Star Wars. Sostanzialmente, tutti i videogiochi del franchise si assomigliano l’un l’altro per gameplay e meccaniche. Tuttavia, con LEGO Star Wars: Il Risveglio della Forza il giocatore si trova davanti a una nuova svolta che porta questo titolo a essere il migliore tra tutta la serie. Senza ulteriori indugi, andiamo a riscoprire la forza attraverso i nostri cari mattoncini.

In una galassia lontana e squadrata

Come suggerisce il titolo, la storia del gioco è esattamente quella dell’omonima ultima pellicola della saga di Star Wars. Il giocatore, perciò, potrà rivivere gli eventi del film all’interno del mondo ricreato utilizzando i mattoncini LEGO.

Per chi non avesse mai visto Il Risveglio della Forza, o qualsiasi film di Star Wars, questo gioco risulterà completamente estraneo e privo di spiegazioni di qualsiasi genere, se non degli elementi base. Parlare di tutta la storia della saga allungherebbe questa recensione di molto, perciò ci limiteremo a fare un riassunto delle premesse principali seguendo il filone narrativo del gioco.

LEGO-Star-Wars-The-Force-Awakens

La nostra avventura inizia con la distruzione della seconda Morte Nera nell’ultima battaglia tra Ribelli e Impero. Il filone principale di tutta la serie di Star Wars è la costante lotta tra le forze del male, ovvero l’impero che cerca di dominare l’intero universo spazzando via i suoi nemici, e le forze del bene, ovvero i ribelli e la repubblica. In questi due schieramenti, vediamo destreggiarsi un potere speciale che può essere usato da alcuni individui particolari, i cosiddetti Jedi. Questi cavalieri stellari hanno il compito di preservare la forza ed esserne i vessilli, in modo da eseguire il volere di questa entità spirituale votata all’equilibrio e alla pace. Ovviamente non tutti i Jedi sono buoni e proprio per questo esiste un Lato Oscuro, ovvero individui che utilizzano la forza distorcendo i dettami e le regole imposte dal lato chiaro. Quanto scritto è palesemente una riduzione ai minimi termini dell’immensa storia dietro questa guerra, ma per capire l’ambientazione di LEGO Star Wars Il Risveglio della Forza è piuttosto adatto.

Una volta concluso il prologo riguardo la distruzione della seconda Morte Nera, ci ritroveremo negli eventi dell’ultima pellicola. I ribelli stanno cercando di trovare il più grande Jedi scomparso: Luke Skywalker. Per farlo hanno inviato un pilota, di nome Poe Dameron, a cercare la mappa per arrivare alla sua posizione. Purtroppo però, dalle ceneri del vecchio impero, è sorto il Primo Ordine, un’altra fazione malvagia che vuole distruggere la repubblica e i Jedi. Poe viene catturato e lascia la mappa al suo droide, BB 8, il quale dovrà consegnarla al capo della resistenza.

Da qui, iniziano le vicende che intrecceranno Finn, un soldato dell’impero pentito, e Rey, una ragazza solitaria che nasconde un grande segreto. La campagna di per sé è molto corta, anche se racconta molto bene ogni avvenimento del film. La vera chicca dei giochi targati LEGO è il forte comparto umoristico/parodistico che viene inserito per tutto il gioco. La storia, che ha dei toni piuttosto cupi, viene alleggerita in maniera fantastica e totalmente non invadente, lasciando il feeling delle scene importanti intatto e rispettando dunque l’atmosfera della pellicola.

Le battute e le situazioni sono molto divertenti e irriverenti, sopratutto per chi è un fan della saga. Tra citazioni improbabili, dialoghi nuovi e scene rigirate, troverete sempre qualcosa, per la mappa o per i filmati, che vi strapperà un sorriso.

Non dimentichiamoci però che questo gioco è mirato sensibilmente ad un pubblico di minori, perciò molte cose sono state smussate per rendere più innocente e leggero il prodotto rispetto alla pellicola. Del resto, questa misura a prova di bambino non è così predominante da rovinare l’esperienza ad un pubblico adulto, invero molte volte può nascondere interessanti chicche aggiuntive che rimandano a curiosità sulla produzione del film.

Oltre alla campagna principale, sono presenti diverse missioni secondarie con personaggi e incarichi inediti, tra cui molte servono a spiegare diversi elementi lasciati in sospeso dalla pellicola. Un esempio lampante è quello della missione aggiuntiva che illustra come mai C3-PO ha un braccio rosso, cosa che non viene approfondita all’interno del film. Oltre alle quest secondarie, ci sono altri elementi votati alle curiosità sull’ambientazione della saga, come l’inserimento di tutti i nomi dei personaggi secondari che si vedono nella pellicola e quelli delle razze aliene. Per chi vuole avere informazioni in più sul mondo di Il Risveglio della Forza, questo è un divertente metodo per ottenerle.

Il mattoncino ti sta chiamando, Rey

Passando al gameplay, LEGO Star Wars Il Risveglio della Forza regala al giocatore moltissimi elementi con cui sbizzarrirsi.

Ogni missione sarà svolta dai personaggi del cast principale sotto forma di LEGO, ovviamente. Una volta finita la storia, sarà possibile giocare con qualsiasi personaggio abbiamo sbloccato in qualsiasi contesto, oltre che a poterne creare uno noi utilizzando i pezzi degli altri attori. Il mondo di gioco è diviso in pianeti che possono essere esplorati nella loro interezza durante la modalità libera, compresa la possibilità di usufruire di veicoli ed astronavi. Volete mettervi alla guida dello speeder a forma di Magnum di Rey? Potrete farlo! Oppure volete semplicemente solcare i cieli con il Millenium Falcon o un Caccia TIE? Sarete accontentati! In questo gioco, il mondo de Il Risveglio della Forza è alla vostra portata in tutti i suoi aspetti, il che è semplicemente magnifico per chiunque sia un fan della saga.

Lego Star Wars Il Risveglio della Forza Screen 1

Ogni personaggio possiederà armi e abilità uniche che saranno pesantemente utilizzate per superare i livelli. Durante le missioni, infatti, troverete degli oggetti con cui interagire utilizzando personaggi specifici in base alla capacità richiesta. Ad esempio, se dovrete scalare una parete utilizzando un rampino, assicuratevi di avere un omino LEGO in grado di poterlo fare. Questa meccanica, oltre che essere finalizzata al completamento degli scenari, serve anche per sbloccare i vari collezionabili sparsi in giro per il gioco, i quali garantiranno ricompense una volta completati, come succedeva già in passato. La varietà delle armi e delle abilità conferisce una profondità piuttosto importante al gameplay, il quale risulta dunque mai ripetitivo e sempre ingegnoso nel far combaciare platforming a scene della pellicola, dando la possibilità al giocatore di esplorare le aree iconiche mentre completa le missioni.

I combattimenti sono piuttosto semplici, con attacchi base e una abilità tipica per personaggio utilizzabile al riempimento di una determinata barra. Proprio per la sua dimensione adatta ai bambini, il gioco possiede controlli intuitivi che rendono le fasi di combattimento solamente sceniche e mai difficoltose. Questa difficoltà bassa è riscontrabile in quasi tutti gli elementi del gioco, anche se non ne mina in alcun modo il divertimento.

Una novità presente in questo titolo sono delle sezioni di sparatutto in terza persona basato sulle coperture. Questi piccoli scorci di modalità sono piuttosto ben realizzati e divertenti da giocare, sopratutto grazie alla combinazione con le abilità dei personaggi ed elementi ambientali.

Una menzione particolare va alle battaglie spaziali tra astronavi, le quali sono ottimamente realizzate e con controlli intuitivi. Dagli scenari più significativi fino a quelli più modesti, questa modalità presenta un buon comparto tecnico e diverse meccaniche che la rendono piuttosto accattivante, come per esempio i nemici in grado di mirare e sparare continuamente al giocatore, obbligandolo a compiere manovre azzardate.

Come in tutti i giochi LEGO, è possibile infine costruire degli oggetti per sbloccare determinati enigmi o collezionabili. Questa meccanica rimarrà sicuramente una delle più presenti nel franchise, anche se sarebbe stato interessante vederla sfruttata più saggiamente e creativamente, come nel gioco LEGO Movie. Tuttavia, anche in questo titolo è sicuramente uno dei pezzi forti dell’intera esperienza.

Il gioco può inoltre essere giocato in cooperativa locale attraverso lo split-screen, rendendolo un titolo ideale per i nuclei familiari o per chi vuole divertirsi con i propri amici, visto che è possibile giocare insieme in qualsiasi momento si voglia. Il tutto è avvantaggiato da molte meccaniche di gioco che richiedono la collaborazione tra più personaggi, che tuttavia non risultano pesanti nel singleplayer, grazie alla possibilità di passare da un omino LEGO all’altro.

Il quadro generale relativo al gameplay di LEGO Star Wars Il Risveglio della Forza è simile a quello dei precedenti capitoli, ma con più varietà e nuove modalità intermediarie che lo rendono differente, originale e sopratutto dannatamente divertente. Attraverso la libertà d’esplorazione, il geniale level design, le battaglie spaziali magistralmente realizzate e le numerose attività da svolgere, nessun giocatore può provare noia nel vagare per il mondo di questo gioco, ricco di opportunità com’è. Infine, è adatto anche a chi adora dare la caccia a collezionabili e informazioni aggiuntive sull’universo della saga, visto che questo titolo ne è pieno zeppo.

Questa era la grafica che stavamo cercando

Il motore di gioco è forse una delle versioni più ottimamente realizzate dell’intera saga. La grafica ambientale, e quella dei personaggi, presenta un notevole dettaglio che ricalca fedelmente alcune scene del film, tanto da sembrare reale. Gli ambienti esterni hanno una realizzazione piuttosto accurata, sopratutto per gli effetti particellari e quelli legati all’illuminazione, la quale si ispira ovviamente a quella utilizzata durante le registrazioni della pellicola. Nonostante gli ambienti interiori abbiano una qualità leggermente inferiore, in generale ci troviamo di fronte ad un ottimo sfoggio della fusione tra nuova tecnologia e stile LEGO, che già poteva essere scorto con LEGO Marvel Avengers. Su console il gioco gira fluidamente anche nelle situazioni più concitante e piene di elementi, cosa che va a sottolineare la buona ottimizzazione effettuata dal team di sviluppo.

lswfan12

Il sonoro è eccellente, specialmente perché utilizza la stessa magistrale colonna sonora della pellicola. La differenza, piuttosto importante, con i titoli del passato è che per LEGO Star Wars Il Risveglio della Forza abbiamo nuovi dialoghi con tanto di voci dei doppiatori italiani del film, il che si scosta molto rispetto al vecchio utilizzo delle sole linee di dialogo estrapolate dalla pellicola. Abbiamo tante nuove interazioni, anche divertenti, che introducono nuovi elementi sui rapporti che intercorrono tra i personaggi principali. Ovviamente, la versione inglese ha anch’essa le voci degli attori originali, il che è un’enorme punto a favore.

Passando ai controlli, vediamo dominare il connubio tra semplice ed utile. Essendo mirato a un pubblico di minori, i bottoni da premere non saranno molti. Nonostante ciò, questa decisione stilistica si sposa benissimo con il gameplay generale, il quale punta più ad un’esperienza cinematografica semplice piuttosto che a un vero platform o a un gameplay dalle meccaniche profonde.

Conclusione e commento dell’autore

LEGO Star Wars Il Risveglio della Forza è un ottimo videogame, il migliore del filone di cui fa parte. Dalla azzeccata rielaborazione in chiave umoristica della trama del film, all’eccellente gameplay e le moltissime curiosità presenti all’interno del mondo di gioco, questo titolo è assolutamente imperdibile per i fan della saga di George Lucas, sopratutto per chi ha apprezzato il lavoro fatto da J.J. Abrams con l’ultimo episodio. Si tratta indubbiamente di un prodotto di qualità che donerà moltissime ore di gioco all’utente, se si vuole esplorare da cima a fondo l’interno universo da esso presentato. Infine, la varietà di personaggi ed elementi di gameplay regalano un’esperienza divertente, leggera ed accessibile a tutte le età, sopratutto se si considera la possibilità di giocare in cooperativa locale. Se siete fan dei giochi LEGO e, sopratutto, di Star Wars, questo è un titolo imperdibile.

Personalmente ho giocato moltissimi giochi LEGO, passando dai vecchi Star Wars a Lo Hobbit fino a quello Marvel, ma nonostante questo ho avuto la sensazione di giocare a qualcosa di nuovo con questo titolo. L’ottimo comparto grafico, la narrazione della storia eccellentemente ricostruita e le novità apportate al gameplay, mi hanno regalato una nuova esperienza nonostante abbia visto il film almeno quattro volte.

Decisamente divertente, lo consiglio sopratutto a chi magari lo può giocare in cooperativa.

[php snippet=10 param=id=605]