Dopo tanta attesa, finalmente possiamo entrare nel vivo di E3 grazie ad Electronic Arts ed al suo EA Play. Le novità annunciate erano diverse, ma lo spazio per alcune sorprese non è di certo mancato.
La conferenza si apre con un video introduttivo nel quale è stato possibile vedere alcuni dei titoli annunciati ed altri già visti, come Anthem e Star Wars.

Battlefield V

Il primo titolo ad essere presentato è Battlefield V ed a parlare sono Oskar Gabrielson e Lars Gustavsson, rispettivamente General Manager e Senior Producer di DICE.
Con degli spezzoni di video è possibile vedere come le postazioni di fuoco fisse potranno essere spostate con l’aiuto di alcuni mezzi come i carri armati.
Gli edifici all’interno delle mappe saranno vulnerabili e quindi potranno essere abbattuti, con una fisica completamente rinnovata.

La personalizzazione sarà estetica ma riguarderà anche l’arsenale da utilizzare in battaglia.
Per la gioia degli appassionati, Gustavsson ha annunciato l’assenza di microtransazioni se non per quanto riguarda la componente estetica del personaggio.
Novità assoluta della serie sarà invece la modalità Battle Royale, ma a detta delle due figure DICE “sarà una modalità re-immaginata, con i tratti distintivi della produzione”.

Per chiudere Battlefield V viene mostrato un trailer nel quale è stato finalmente possibile vedere qualche scampolo di gameplay, anche se in minima parte.
Il trailer contiene anche uno spezzone nel quale viene specificato che la campagna sarà ambientata in Norvegia.

FIFA 19

Al termine del trailer di Battlefield V viene subito lanciato quello di FIFA 19.
Come ogni anno, il video di presentazione del calcistico targato EA Sports non mostra grandi novità sotto il punto di vista delle meccaniche.
La novità che tutti gli appassionati della serie aspettavano da tempo è finalmente arrivata: stiamo parlando della Champions League.

Il trailer è infatti incentrato sull’acquisizione dei diritti UEFA e quindi sull’inserimento in FIFA della coppa europea più famosa al mondo.
A prendere la parola sono Aaron McHardy e Lina Ingvarsdottir, executive producer e senior producer del titolo, che annunciano subito l’acquisizione anche dei diritti della Serie A e la data di uscita prevista per il 28 Settembre.

Il discorso viene incentrato sulla Champions League, che dicono “sarà presente anche nella modalità The Journey (Il Viaggio) ed in FIFA Ultimate Team”.
Novità aggiunte anche al gameplay, che sarà composto da nuove meccaniche sia in partita che per quanto riguarda la gestione delle squadre.
La presentazione di FIFA 19 si chiude con l’annuncio di una prova gratuita su FIFA 18, che permetterà ad EA di ottenere feedback necessari al miglioramento della serie.

Origin Acces Premier

Sale sul palco il CEO di Electronic Arts, Andrew Wilson, che spiega come negli ultimi anni la rivoluzione nell’intrattenimento è avvenuta grazie allo streaming ed ai servizi ad abbonamento.
Per questo motivo, spiega Wilson, hanno deciso di avvicinarsi in maniera concreta al Cloud Gaming.

Ecco quindi Origin Access Premier, una piattaforma ad abbonamento, che permetterà agli utenti Origin di avere tutti i titoli di EA su un unico device.
L’abbonamento avrà un costo mensile al momento non annunciato, ma Wilson assicura che sarà un prezzo accessibile a tutti.

Niente Titanfall, ma un nuovo Star Wars

Ad EA Play era presente Vince Zampella, CEO di Respawn Entertainment.
Si aspettavano tutti l’annuncio di un nuovo Titanfall, ma sorprendentemente ha dichiarato che la software house è in lavorazione su un nuovo Star Wars.

Il titolo sarà ambientato nel periodo oscuro degli Jedi, in cui venivano cacciati proprio come fossero delle prede.
Oltre a questo, l’unica informazione rilasciata da Zampella è stata l’uscita prevista per la fine del 2019, aggiungendo poi che potremo vederlo a partire dal prossimo anno.

A proposito di Star Wars, ecco che la scena passa a Battlefront 2, con l’annuncio di nuove modalità: la prima sarà una sorta di orda contro gli Ewok, mentre la seconda sarà in larga scala.
Saranno inoltre apportati miglioramenti al multiplayer, che permetteranno di unirsi più facilmente ad un team.

L’aggiunta migliore è stata fatta dal punto di vista dei personaggi.
Faranno infatti la loro comparsa i protagonisti di The Clone Wars: Anakin Skywalker, Obi-Wan Kenobi, il Conte Dooku ed il generale Grievous.

Unravel Two

In un silenzio epocale, ecco che viene mostrato il trailer del nuovo Unravel, ovvero Unravel Two.
Yarny, il piccolo personaggio filato rosso, vede strapparti una parte del suo filo durante una tempesta in mare.
Naufragato, un suo simile di colore blu si congiunge a lui tramite il suo filo ridando quel tocco di speranza che sembrava perduta.

Non c’era modo migliore per introdurre la modalità cooperativa.
Il punto centrale di questo titolo sarà infatti la coop. Tutta la storia potrà essere affrontato sia singolarmente, switchando tra i due personaggi quando la situazione lo richiede, sia in compagnia, quindi con un amico.

Sarà tutto molto diverso dal primo capitolo, con sfide più difficili, ma al tempo stesso risulterà più divertente e dinamico.
A questo punto viene mostrato il primo gameplay dell’EA Play.
È possibile notare da subito come, giocando in singolo, i due personaggi si uniscono per formare un unico corpo.
Nel momento in cui bisogna affrontare un puzzle, si dividono e tornano ad essere due.

Rispetto al primo capitolo, Unravel Two sembra avere un’ambientazione molto più cupa, mantenendo pur sempre la spettacolarità grafica dei luoghi.
Le immagini mostrano infatti tantissimi dettagli che difficilmente si ammirano in un platform.
Compare sulla scena Patrick Söderlund, Chief Design Officer, che di punto in bianco annuncia l’uscita del gioco in quel preciso momento.
Unravel Two è dunque già disponibile per chiunque volesse acquistarlo.

Sea of Solitude

Ecco salire sul palco Cornelia Geppert, Creative Director di Jo-Mei, piccola software house di Berlino, per presentare Sea of Solitude.
“Attraverso questo gioco”, dice Geppert, “vogliamo trasmettere quella sensazione che prima o poi ogni essere umano proverà nella sua vita, ovvero la solitudine”.

Viene detto inoltre che i ragazzi di Jo-Mei vogliono mostrare i diversi tipi di solitudine che possono essere provati, ma a loro volta sconfitti grazie all’aiuto di amici e familiari.
Cornelia precisa che il titolo trasmetterà un mosaico di emozioni, belle e brutte.

La protagonista di questo gioco è diventata un mostro a causa della solitudine ed il gioco tende a raccontare come sia possibile acquisire nuovamente la propria umanità.
In conclusione viene mostrato un trailer che descrive perfettamente tutto ciò che è stato detto dalla Creative Director. Il titolo verrà rilasciato nel 2019.

NBA Live 19

Da anni ormai, il palcoscenico del basket è dominato nettamente dal titolo targato 2K.
Electronic Arts ha deciso anche quest’anno di mettersi in gioco con la pallacanestro, annunciando NBA Live 19.
In questo EA Play però è stato mostrato solo il trailer, senza dare informazioni a riguardo se non la data di uscita. fissata al 7 Settembre.

Madden NFL 19

Il titolo sul football americano targato EA viene annunciato inizialmente tramite una clip nella quale viene ripercorso il campionato eSport appena terminato.
Dopodiché salgono sul palco due ragazzi, tra i quali il campione di Madden NFL 18, dando il via ad una conversazione stile cabaret che però non ha entusiasmato più di tanto.
Forse quei minuti potevano essere utilizzati diversamente.

Terminato il piccolo spettacolo, ecco che viene mostrato il trailer di Madden NFL 19.
Anche in questo caso non vengono mostrate scene di gameplay, sappiamo solo che la data di lancio è prevista per il 10 Agosto.
Siamo sicuri che verranno rilasciate informazioni prossimamente.

Command & Conquer: Rivals

In un’atmosfera da finale eSports, ecco che viene allestita una postazione da commento.
In questo modo, EA annuncia Command & Conquer: Rivals, un RTS free-to-play per mobile, incentrato in battaglie PvP 1vs1 in pieno stile Clash Royale.

Viene mostrato un combattimento per far capire il funzionamento di questo gioco.
Successivamente, e per concludere il capitolo sul titolo, viene fatto vedere il trailer.

Anthem

Come ultimo titolo di questo EA Play viene mostrato il trailer ufficiale di Anthem, nonché uno dei giochi più attesi per questo E3.
Salgono sul palco Casey Hudson, Mark Darrah e Cathleen Rootsaert, rispettivamente General Manager, Executive Producer e Lead Writer di BioWare.

“Anthem”, spiega Darrah, “mira a separare la parte multiplayer da quella narrativa. Nel mondo aperto, tutte le attività saranno condivise. Ma una volta finita la missione e tornati alla base, al centro della storia ci sarà solo il singolo giocatore, senza interazioni social”.

Uno dei punti di forza di Anthem sarà sicuramente l’aspetto grafico ed ambientale. Gli sviluppatori stanno infatti curando il mondo in tutti i suoi dettagli. In particolar modo è stato sottolineato come il mondo di Anthem sarà dinamico, con le stagioni ed il tempo che varieranno.

Ci saranno quattro classi (chiamati javelin) per la scelta del personaggio: Ranger, Colossus, Interceptor e Storm. Ogni esoscheletro potrà essere personalizzato in moltissimi modi.
Saranno incluse le microtransazioni, ma non garantiranno alcun vantaggio sugli altri giocatori, quindi pensiamo che siano puramente estetiche.

Per concludere, viene mostrato un gameplay di circa quattro minuti.
È possibile vedere all’opera le diverse classi di personaggio.
Dal video si evince l’esplorazione del mondo in ogni sua parte, con la possibilità di andare anche sott’acqua.
La data di lancio è fissata per il 22 Febbraio 2019, non vediamo l’ora di provarlo perché promette davvero bene!

Electronic Arts, potevi fare qualcosina in più!

Siamo dunque arrivati alle conclusioni di questo articolo sull’EA Play di E3 2018.
Personalmente credo che Electronic Arts abbia gettato al vento una grande occasione per annunciare qualche sorpresa. Fondamentalmente non ci sono stati annunci inaspettati, se non quello riguardo il nuovo Star Wars di Respawn, cosa gestita non molto bene.

Il rappresentante della software house era presente e sembrava quasi non credere al fatto che potesse dire qualcosa.
Nessuno si aspettava un nuovo titolo di Respawn che non fosse Titanfall, per questo motivo quindi doveva essere un’occasione da prendere al volo e da fare meglio.

Ci si aspettava qualcosa in più per quanto riguarda Battlefield V, in quanto sono state mostrate pochissime parti di gameplay.
Si potevano evitare quei minuti utilizzati per il teatrino messo su dai ragazzi nella presentazione di Madden NFL 19.

Voi cosa ne pensate riguardo questo EA Play? Siete rimasti delusi o soddisfatti?
Fateci sapere la vostra opinione nei commenti, in attesa delle altre conferenze, disponibili su Gamempire!

Vuoi seguirci da vicino o hai altre domande per noi?

Iscriviti alla nostra community su Facebook!