Scalfire la superficie. Questo è quello che abbiamo potuto fare a Milan Games Week 2018 allo stand di prova di Ride 3, il nuovo titolo racing della italianissima Milestone che continua a cavalcare le due ruote per arricchire la sua offerta videoludica e soddisfare tutte frange degli appassionati centauri virtuali.

Dopo le fatiche su pista con Moto GP e le funamboliche acrobazie di MXGP Pro, la palla ora passa alle moto “di serie” che escono virtualmente dal concessionario e si vanno a sfidare sui più disparati tracciati, dal circuito cittadino alle scampagnate in paradisiache serie di curve montane. E propri sugli stretti tornanti di un percorso di montagna si è sviluppata la mia breve prova del gioco durante la fiera milanese.

La sensazione di continuità con il passato è tangibile fin dai primi passi. La realizzazione delle moto pare mantenere gli stessi ottimi standard del passato. Un aspetto grafico che sembra aver avuto un boost di dettaglio sono gli scenari che nel percorso ad alta quota che ho affrontato sembravano avere texture più pulite e un piacevole effetto di pienezza vegetativa e di costruzioni. Non nego che in qualche caso la voglia di fare una virtuale gita fuori porta per godersi il panorama c’è stata.

Una sensazione che è rimasta nel profondo poiché l’asfalto domandava di essere addentato con tutti i cavalli della moto che avevo a disposizione. Anche l’hub di gioco sembra aver ricevuto un interessante aggiornamento in termini di grafiche e di informazioni anche quando non si è con la visuale in prima persona. Di contro i modelli dei piloti e delle moto paiono essere stati limati, anche se non in maniera eccessivamente percettibile.

Nel segno della continuità, anche se con qualche piccola modifica, sembra procedere anche la fisica dei veicoli. La propensione al simulazione racing è forte, ma i parametri per dare a tutti la possibilità di godere e affrontare il gioco ci sono. Quello che mi è parso di notare è che rispetto al passato sia stato approfondito un po’ di più il fattore freni la cui reattività e gestione pare necessiti di maggiore sensibilità e controllo rispetto al passato.

In linea generale questa prima prova di Ride 3 pare dimostrare di potersi aspettare il prossimo mese un gioco simulativo di corse su due ruote grande nelle premesse, ricco nei contenuti che decanta il sito ufficiale e qualitativamente valido per il pubblico di appassionati al quale si rivolge. Vedremo con il gioco finale alla mano se Milestone ci farà provare di nuovo quel brivido della velocità al quale ci ha abituato.

In attesa di questo Ride 3, che sarà pubblicato su PlayStation 4, Xbox One e PC, potete sempre provare a tornare nel fango bollente di MXGP Pro e farvi trascinare dalle sue corse spericolate in attesa di tornare a mordere anche l’asfalto.

Vuoi seguirci da vicino o hai altre domande per noi?

Iscriviti alla nostra community su Facebook!
RINGRAZIACI CON UNA CONDIVISIONE
Articolo precedenteMGW 2018 – Blood Opera Crescendo: provato in fiera
Articolo successivoMGW 2018 – Jump Force: provato in fiera
Dalla sua mansion sulle colline del Sannio è riuscito ad attraversare l’universo senza tuta Phazon, raggiungendo regni brulicanti di Koopa grazie ai consigli delle pietre Sheikhan. Ma il suo desiderio nascosto è una piccola casetta nella Colonia 9 di Bionis. Birra artigianale, cinema e board game le altre sue passioni. Ogni volta che esce un nuovo Zelda esclama: "Avverto un tremito nella forza".