Dal 13 ottobre 2016, data di rilascio di PS VR, sono stati pochissimi i titoli in grado di sfruttare al meglio le potenzialità di questo dispositivo. Per diversi motivi infatti, la realtà virtuale di Sony ha suscitato man mano sempre meno interesse. Lo scorso 28 maggio però potrebbe essere stato un giorno di svolta per i giochi VR. La data corrisponde al giorno in cui è stato lanciato sul mercato Blood & Truth, probabilmente l’esclusiva VR più attesa dell’anno.

Sviluppato direttamente dai London Studios, Blood & Truth è un titolo action con componenti cinematografiche, che trasporta il giocatore in continue sparatorie. Successore della piccola parentesi all’interno di VR Worlds intitolata The London Heist, può essere considerato a tutti gli effetti una versione completa di quella breve storia. Nulla di particolarmente nuovo rispetto ai titoli d’azione che già conosciamo, ma singolare in quanto riesce a far sentire il giocatore protagonista delle vicende.

Blood & Truth: nei panni di un ex soldato scelto

Ambientato a Londra nel presente, Blood & Truth ha una trama molto semplice: il protagonista, un ex soldato scelto di nome Ryan Marks, torna in città per il funerale del padre, ma alcuni giorni dopo, una società rivale si presenta nell’azienda di famiglia cercando di ottenere sotto minaccia le quote di mercato. Per ristabilire l’ordine, la parte restante della famiglia (composta da madre, fratello e sorella) fanno esplodere le zone limitrofe in modo da evitare possibili avvicinamenti da parte dei nemici.

Ma non è tutto. Assieme a questi eventi infatti, la storia è composta da flashback dedicati alla vita che conduceva Ryan. Durante l’esperienza nell’esercito è stato catturato dall’Agente Carson, intenzionato a far luce sulla cospirazione contro di lui. È da questo momento che parte la storia. Rivelare altre parti di trama vorrebbe dire fare spoiler, quindi vi lasciamo al titolo in modo da scoprire voi stessi le sorti della famiglia Marks.

Essendo un titolo per VR, ci si aspettava una trama breve con un unico filo diretto. Blood & Truth è invece molto più di questo, perché riesce ad incastrare perfettamente più storie, rendendo l’intera vicenda ricca di scelte e colpi di scena. Per completare l’avventura ci vogliono dalle sei alle otto ore di gioco, senza considerare collezionabili e extra. Una durata considerevole, dato che si tratta di un titolo per realtà virtuale. Fino ad ora infatti nessuna casa sviluppatrice si era spinta fino a tanto.

Controlli e meccaniche

Soffermiamoci adesso sul gameplay del gioco, iniziando dai movimenti. Partiamo con il dire che Blood & Truth è strutturato a binari per gran parte della storia, escluse le situazioni in cui ci si sposta a piedi. In quest’ultime, ci si può muovere da un riparo all’altro tramite la pressione di un tasto, ma sempre vincolati a posizioni specifiche, senza esplorazione libera. Durante queste fasi è possibile trovare nuove armi ed ottenere oggetti da collezione, quindi è consigliabile tenere gli occhi ben aperti.

Per godere al meglio del titolo è consigliabile giocare utilizzando i Move, che permettono di immedesimarsi maggiormente nel personaggio. All’interno del gioco è disponibile un bel numero di armi, ognuna personalizzabile, con una mira dedicata ed un’impugnatura unica. Una volta finite le munizioni, bisogna sostituire il caricatore per rifornire l’arma, proprio come nella realtà. Durante l’avventura si affronteranno situazioni molto particolari, come scassinare serrature, tagliare fili ed altre azioni da svolgere con precisione.

Lo shooting è ben realizzato, con la gravità che influisce sui colpi ed un livello di divertimento elevatissimo durante le sparatorie. Fin da subito è possibile avere più di un’arma nell’equipaggiamento e possono anche essere usate entrambe contemporaneamente. Questo però influenza sulla precisione totale, perché utilizzando una sola arma si può impugnarla con due mani per garantire più stabilità. Chiudiamo la sezione sul gameplay dicendo che in alcune situazioni di gioco si possono sfruttare elementi ambientali come i barili esplosivi per eliminare più nemici contemporaneamente.

Blood & Truth: film o videogioco?

Una nota di merito va data assolutamente agli sviluppatori per il comparto tecnico di Blood & Truth. Sebbene con il visore alcune parti possano apparire sfocate, è impossibile non notare l’ottimo lavoro svolto su volti, ambientazioni e audio. Forse l’unico aspetto negativo riguarda alcune animazioni, che lasciano un po’ a desiderare in certe situazioni. Per il resto invece non abbiamo nulla da rimproverare ai ragazzi dei London Studios.

A comporre il titolo ci sono scene davvero spettacolari, che vanno da esplosioni incredibili ad inseguimenti con i veicoli. La sensazione che si prova giocando è quella di trovarsi all’interno di un qualsiasi 007, con un’azione mozzafiato ed un livello altissimo di sparatorie ed esplosioni. Le ambientazioni sono molto dettagliate per la qualità che siamo abituati a vedere su VR. Stesso discorso per volti ed espressioni facciali, realizzati con molta cura ed in grado di rappresentare piuttosto bene le emozioni dei personaggi.

Dal punto di vista uditivo, ciò che più colpisce è il doppiaggio, con molte probabilità il migliore visto finora in un titolo per realtà virtuale. In italiano è ben realizzato, ma quello originale è ottimo, con un cast scelto appositamente per riprodurre le voci dei personaggi. Appaganti anche gli effetti sonori ambientali, delle sparatorie e dei veicoli, che regalano al giocatore un’immersione ancora più significativa.

Non ci dilunghiamo oltre, perché abbiamo analizzato tutti i punti principali di Blood & Truth cercando di fornirvi un’idea chiara su ciò che propone il gioco. A nostro parere, merita moltissimo e può tranquillamente essere inserito tra i migliori titoli per VR mai realizzati. Pochi difetti ed un livello di divertimento al di sopra delle aspettative. Concludiamo quindi informandovi che Blood & Truth è disponibile su Amazon ad un prezzo davvero ottimo, sarebbe un peccato non approfittarne.

Ti Potrebbe interessare anche...