- L'impero lo consiglia a tutti!

Le conclusioni dell'impero
(Recensione Breve)

Marvel’s Spider-Man è uno di quei titoli che mancava da tempo sia su PlayStation 4 che in tutto il panorama video-ludico. Le ultime ed ottime trasposizioni di un altro super eroe, Batman, sono datate 2015 con l’intramontabile Arkham Knight di Rocksteady Studios.
Finalmente, dopo una attesa di ben tre anni, Insomniac Games ci porta a New York nei panni nel nostro ragnetto di quartiere preferito.
Complice l’essere un’esclusiva PlayStation 4, Marvel’s Spider-Man si presenta con un’ottimizzazione per la console di casa Sony di primo livello. Il gioco è una vera goduria per gli occhi oltre che ad essere dannatamente divertente. Anche per Spidey arriva la consacrazione da protagonista nel mondo videoludico dopo tanti tentativi più o meno riusciti. L’unico neo di un’opera, che rimarrà come punto di riferimento per il genere, sono i contenuti secondari in cui si avrebbe potuto osare di più.
Marvel’s Spider-Man è un gioco per tutti, spensierato ed avvincente che non può mancare nella nostra libreria Ps4. Must have!

Recensione Integrale

C’era una volta Peter Parker…

La storia la conosciamo tutti, inutile girare intorno ad un elemento che è stato descritto e rappresentato in più occasioni. Non avremo quindi il morso del ragno, la morte dello zio e tutti gli effetti collaterali: Peter Parker è Spider-Man da ormai 8 anni e vive la giornata tra lavoro e qualche ragnatela qua e là.  Avremo il consueto dualismo tra Parker e L’uomo ragno, una delle sfaccettature più interessanti del fumetto e che ritorna con un suo peso specifico anche nel videogioco. 

Il racconto inizierà con un’operazione di polizia a cui il nostro ragnetto di quartiere parteciperà portando alla cattura di Kingping, ovvero Wilson Fisk. Questa prima missione fungerà da tutorial ma non solo. Questo avvenimento darà fin da subito una dimensione della storia narrata partendo con l’arresto di uno dei Villains più temibili di sempre. Per chi è interessato può leggere i nostri articoli: Lista di Tutti i Villains e Personaggi – Parte 1 e Lista di Tutti i Villains e Personaggi – Parte 2
Il fumetto di Spider-man, come molti altre testate più o meno famose, è stato caratterizzato da diverse versioni dello stesso super eroe.

Tanti universi in cui lo stesso personaggio ha preso diverse strade o ha vissuto diversi avvenimenti. In Spider-man di Insomniac Games Peter lavorerà come ricercatore scientifico insieme al dott. Otto Octavius, mentre Mary Jane Wattson sarà una giornalista per Daily Bugle. J.Jonah Jameson avrà un programma radio che narra, in tempo reale del gioco, dell’effetto Spider-Man su New York. Tutti i personaggi, compresa zia May più giovane e meno zia di quanto siamo abituati a ricordare, avranno una vita diversa o leggermente simili da quelle che conosciamo.

Questo ha dato dal team di sviluppo una certa flessibilità, pur senza intaccare lo spirito del mondo che ruota intorno a Spider-Man.
La story-line è di buona fattura e i personaggi in gioco sono veramente tanti. Molta attenzione, come da serie, è stata dati ai rapporti umani anche con la loro controparte munita di super poteri. Avremo interessanti colpi di scena, elemento che farà concentrare l’utente maggiormente sulla storia principale più che nelle missioni secondari.

Una Vita Da Ragno!!!

Molte software house hanno tentato la sorte con l’uomo ragno. L’eroe partorito dalla geniale menti di Steve Ditko, Stan Lee e Jack Kirby ha attratto fin da sempre lo sviluppo di un possibile gioco scontrandosi con limiti pesanti di gameplay.

Insomniac Games è riuscita non solo a dare una dimensione spettacolare, ma a rendere giustizia a vari tentativi passati di portare Spider-man su console ad alto livello. Il sistema di movimento ed esplorazione della grande mela permetterà a Spidey di arrampicarsi, correre, saltare, eseguire acrobazie aeree di tutti i tipi. Ovviamente potremo oscillare tra un grattacielo e l’altro, con il miglior sistema mai realizzato finora per il nostro ragnetto di quartiere. Le prime sessioni quindi saranno un puro ed esaltante divertimento nel lanciarsi tra un grattacelo e l’altro alla ricerca del nemico o delinquente di turno.

I comandi ricordano molto quanto visto nel già citato Batman di Rocksteady Studios, ma possiamo definirlo come spunto, non un banale derivato. Avremo quindi un riuscitissimo sistema freeflow che ci permetterà di effettuare incredibili “combo” concatenando schivate ed attacchi. Questi potranno essere effettuati con la ragnatela e con i vari gadget a disposizione.
Non mancheranno abilità sbloccabili con il progredire della storia e quindi del livello di Spider-man, con ben tre alberi di abilità identificati come Innovatore, Difensore e Lancia-tele. Il tutto con la possibilità di aumentare i poteri legati ai vari costumi per un totale di 25 intercambiabili tra di essi.

Insomma, per gli amanti del “simil” GDR, avremo di cui sbizzarrirci considerando anche gli elementi estetici.I gadget a disposizione saranno otto: lancia ragnatele, ragnatela a impatto, spider-drone, ragnatela elettrica, bomba ragnatela, mina a scatto, esplosione contundente e matrice di sospensione. Ciascuno di essi potenziatile e modificabile in diversi modi, utilissimi per affrontare svariate situazioni ed enigmi dell’avventura.

New York e dintorni

Per quanto riguarda la grande mela avremo una città completamente esportabile divisa in nove macro aree. Avremo quindi: il distretto finanziario, Chinatown, Harlem, Greenwhich, Midtown, Hell’s Kitchen, oltre all’Upper West Side e all’Upper East Side divisi da Central Park. In ciascuna di esse avremo avvenimenti della storia principale, ma anche missioni secondarie ed altri elementi di contorno.

La città è viva e ben caratterizzata proprio come possiamo vederla ai nostri giorni anche se ogni tanto sembra mancare di vita propria nonostante sapienti trucchi del mestiere. Sotto questo aspetto si poteva lavorare sicuramente di più, ma non guasterà l’esperienza globale del gioco.
La attività da fare sono ben equilibrate e terranno incollato il giocatore soprattutto nel seguire il filone principale. Dedicarsi al crimine cittadino, o ad altre side quest, alla lunga potrà stancare. Il lavoro fatto è buono nonostante non si discosta molto da quanto visto in titoli del genere.

Potremo inoltre intervallare la storia con il collezionare dei vari gettoni divisi in ricerca, simbolo, base, crimine, sfida e zaino utilizzati come valuta per acquistare i vari costumi. Un buon espediente per non piazzare collezionatili fini a sé stessi.

Lanciati che ti passa

Marvel’s Spider-Man è uno dei titoli meglio ottimizzati per PlayStation 4. A livello visivo non raggiunge le vette di God of War ma, per quanto riguarda pulizia di immagine e gestione ottimale di input-lag, non ha uguali.

Insomniac non ha avuto pressioni per il rilascio di un gioco imprescindibile per tutti i possessori di Ps4 e questo lo si può apprezzare pienamente pad alla mano. Grazie ad un ottimo livello di dettaglio, fluidità di azione il gioco cattura fin dai primi minuti, proprio come Peter Parker fa con la sua ragnatela. Se i nemici secondari, scagnozzi vari, non risulteranno definiti al meglio, peccando un po’ di varietà, avremo i villains realizzati in maniera superba.

Gli effetti di luce ed ombre non mancheranno impreziosendo ogni nostro salto tra i grattacieli di Manhattan. Chiude il cerchio un comparto audio di buona fattura con brani orecchiabili e campionature di primo livello. Il titolo è interamente localizzato in italiano elemento che aiuterà parecchio ad apprezzare il gioco per chi non mastica bene la lingua anglosassone.

Vuoi seguirci da vicino o hai altre domande per noi?

Iscriviti alla nostra community su Facebook!