Udite udite, amanti dello splatter! La Bufala di Gamempire unisce notizie veritiere a fatti inventati di sana pianta. Il pene di Dante non verrà usata come arma in Devil May Cry 5, anche se dovrebbe.

Più di un mese fa è stata aperta una petizione su change.org, per far sì che Shaggy Rogers, uno dei protagonisti del cartone animato Scooby-Doo, diventi un personaggio giocabile di Mortal Kombat 11, l’ultima fatica di NetherRealm Studios che sarà lanciato sul mercato il 23 aprile 2019 su PC, Xbox One, PS4 e Nintendo Switch.

Primo combattimento di Shaggy

Al momento la petizione di Shaggy vanta più di 370.000 sostenitori, con un traguardo fissato a 500.000 firme. Nonostante questo grande interesse della community, intenta a sottoscrivere petizioni a casaccio e del tutto inutili agli occhi di una persona sana di mente; pare che Shaggy non sa da fare.

Le speranze degli utenti sono state infrante da Tyler Lansdown community manager di NetherRealm Studios, che in un recente botta e risposta coi fan, ha smentito la possibile presenza di Shaggy in Mortal Kombat 11, dichiarando:

“Shaggy non ci sarà nel gioco. Per niente. Mai. Spiacente, meme defunto.”

Tutto sembrava perduto, ma oggi è proprio Ed Boon che ha confermato Shaggy come personaggio giocabile in Mortal Kombat 11, attraverso una prima immagine di gioco. Anzi, volendo esagerare, il produttore esecutivo ha annunciato che Shaggy diventerà un personaggio canonico della serie, al pari di Raiden, Scorpion, Sonya Blade e soci.

Prima che venga aperta un’ulteriore petizione, Ed Boon ha già annunciato una stretta collaborazione con Hanna-Barbera, per portare su schermo una nuova serie di Scooby-Doo vietata ai minori di 18 anni, in cui il mondo della Misteri e Affini si fonde con l’universo splatter di Mortal Kombat.

Vuoi seguirci da vicino o hai altre domande per noi?

Iscriviti alla nostra community su Facebook!