Anno nuovo, vita nuova, lineup nuova. Le cartelle dei pazienti del 2018 sono quasi tutte chiuse e insieme alla mia segretaria con la corona in testa Peach abbiamo ripulito la mia scrivania per far spazio alle novità che ci aspettano in questo 2019. E come ogni inizio d’anno parte l’attesa per il nuovo Nintendo Direct. I rumor vorrebbero che arrivasse il 10 gennaio, ma certamente non manca molto alla sua pubblicazione in rete. Quello che ancora non sappiamo quali saranno i suoi contenuti.

Stiamo per entrare nel terzo anno di Nintendo Switch e presto sarà anche l’ottavo di Nintendo 3DS. Stiamo quindi per imboccare la metà del ciclo vitale della nuova console ibrida e saremo protagonisti dei titoli di coda della longeva portatile di Nintendo (era ora dire io). Un anno nevralgico quindi. Ma cosa ci aspetta dal prossimo video streaming di Nintendo? Quali saranno le nuove cause di tutta quella lunga schiera di casi che compongono la patologia da me ribattezzata “Sincope da hype”. Vediamo come prevenire eventuali colpi al cuore o quantomeno attenuare l’intensità di eventuali delusioni durante il prossimo Direct. Cercherò anche di rasserenare il cuore di chi attende con ansia e pathos alcuni videogiochi che dovranno attendere per forza di cose qualche altro mese prima di arrivare davvero alla ribalta.

Nintendo Direct mini, tematico o esteso?

Il primo nodo da risolvere la durata del Direct. Qui le analisi portano ad una conclusione che parla di un possibile Nintendo Direct Mini. Escludo abbastanza serenamente quello tematico poiché non c’è nessun brand Nintendo che ha predominanza di videogiochi in uscita quest’anno e anzi la lienup è molto eterogenea oltre che ampia. Visto tuttavia il poco preavviso con il quale potrebbe essere annunciato l’evento streaming si può ipotizzare una densa ma sintetica carrellata di titoli nello spazio di un quarto d’ora al massimo. Mettiamoci il cuore in pace su questo.

Meno probabile, ma non per questo impossibile, un direct esteso di oltre 40 minuti (o un’ora magari) che faccia partire tanti di quei colpi ad effetto che il nostro cuore quasi non riuscirebbe a reggere. Questo implicherebbe forse qualche altro giorno di attesa per annunciarlo nel migliore dei modi. Nintendo ha imparato a spalmare gli annunci nel corso dell’anno e visto il numero di titoli in sala d’aspetto ci si potrebbe aspettare nei mesi a venire una serie di Direct tematici molto frequenti così come accaduto ad esempio nel 2017, anno di lancio di Switch.

Mario Deluxe e Travis indie e Smash Bros.

La lunghezza del video influirà certamente su quelli che saranno i contenuti ma neanche poi tanto visto che il format pare collaudato: annuncio da pre-infarto all’inizio, serie di titoli first e third party più o meno già annunciati con qualche sorpresa, intervalli di contenuti aggiuntivi e DLC assortiti e bomba/treaser finale. Partiamo dalle presenze quasi certe. Super Mario Bros. U Deluxe è in arrivo e un slot se lo prenderà di certo. Allo stesso modo un piccolo spazio lo avrà anche Travis Strikes Again: No More Heroes. Questa operazione di rilancio della serie ideata da Suda51 dalla immagine molto indie sarà il titolo di nicchia che farà contenti i meno giovani. Quasi certa anche una capatina per qualche contenuto aggiuntivo per Super Smash Bros. Ultimate con il Fighter Pass in evidenza e dettagli e date di pubblicazione dei nuovi lottatori, Pianta Piranha e Joker più un possibile flash sul prossimo lottatore.

Yoshi, Fire Emblem e altre ipotesi

Ribadisco che queste sono solo considerazioni personali dettate dall’analisi dei dati forniti dalla mia segretaria Peach, non è detto che avverrà tutto così, ma se dovessi mettere in guardia da un possibile singulto d’emozioni miste direi che tra i molto probabili ci sono sia Yoshi’s Crafted World, atteso approdo del rettile dalla lingua lunga in un mondo fatto di cartone, sia Fire Emblem Three Houses che si preannuncia la più mastodontica sferzata al brand di Intelligent System con nuove meccaniche introdotte e un passaggio in alta definizione che i molti attendevano. Entrambi sono attesi nel secondo trimestre 2019 e quindi pronti per fare quantomeno una comparsata se non anche di più.

Tra i papabili a mostrarsi c’è anche il peculiare Daemon X Machina, che pare tanto una declinazione alternativa di Gundam: mech imponenti e battaglie adrenaliniche in pieno stile giapponese delle quali si è saputo davvero troppo poco finora. Si potrebbero palesare anche gli ultimi titoli in arrivo per Nintendo 3DS, prima di quello che si preannuncia come l’anno del tanto rimandato pensionamento della console. In lizza ci sono Kirby e il nuovo pennello arcobaleno ed Etrian Odyssey Nexus, con il secondo che arriverà nei negozi il 5 Febbraio, quindi già bello e confezionato.

Tra teaser e trailer

Molto probabile che il Nintendo Direct sia infarcito di piccole sezioni di indie assortiti più le solite sorprese finali. Sorprese che si potrebbero concretizzare in semplici teaser o brevi trailer. Animal Crossing è il più prevedibile perché si tratta di un titolo spiccatamente estivo e quindi pronto per avviare la sua campagna pubblicitaria già in questi mesi. In alternativa ci sarebbe Pikmin 4 e lì già solo un teaser basterebbe a farci venire un colpo. Tra i trailer che potrebbero apparire ci sono tutti quelli che provengono dalle terze parti e nello specifico quelli delle remaster dei vari capitoli di Final Fantasy e della serie Resident Evil. Personalmente già so che il mio cuore non reggerà mai abbastanza all’emozione di vedere di nuovo Final Fantasy: Crystal Chronicles. Li sverrò di certo.

Donne impossibili e acchiappa-fantasmi improbabili

Ma per i tanti casi di hype a mille più o meno certi ce ne saranno altri che dovrebbero restare sopiti, almeno per ora, a tutto beneficio delle nostre coronarie che ad ogni loro apparizione ci fanno venire le palpitazioni che neanche un salto con il paracadute. A meno di stravolgenti scelte da parte di Nintendo, reputo poco probabile che nel Direct vengano mostrati dettagli di Bayonetta 3 e Metroid 4. Ci vorrà del tempo prima che queste due donne letali si palesino come si deve. Allo stesso modo è ancora presto per Luigi’s Mansion 3 e i suoi fantasmi che sono tipicamente autunnali. Discorso simile per il prossimo Pokémon per Switch che avrà probabilmente un evento streaming tematico ad esso dedicato ma solo nei prossimi mesi e sicuramente non prima di E3 2019.

Queste sono le mie previsioni in vista di questo nuovo evento video di Nintendo. Che siano esatte o meno lo scopriremo insieme solo quando si alzerà il velo sulla presentazione. In attesa di leggere nei commenti qui sotto i tuoi desideri e previsioni sul prossimo Nintendo Direct, chiudo per ora questo fascicolo, spengo le luci e vado a casa a preparare un secchio di pop-corn e un po’ di calmanti per godermi i prossimi annunci di questa attesa presentazione senza rischiare di sentirmi male per l’hype e l’emozione. Vi lascio con qui l’ultimo Nintendo Direct, quello del 14 settembre 2018, giusto per farvi venire l’acquolina in bocca.

Cos’altro ti serve?

NINTENDO SWITCH: I MIGLIORI PRO CONTROLLER PER TUTTE LE TASCHE

NATALE 2018 NINTENDO SWITCH – 10 IDEE REGALO PER TUTTE LE TASCHE

NINTENDO E UBISOFT: DA RED STEEL A STARLINK, L’EVOLUZIONE DI UN SODALIZIO CHE FUNZIONA…

Ti Potrebbe interessare anche...