Top 10 – I titoli dell’ultimo anno che fareste bene a recuperare

Un piccolo elenco di alcuni dei titoli usciti in questo anno videoludico che fareste bene a giocarvi prima dell'avvento della nuova stagione.

L’estate è, di norma, un periodo di relativa calma piatta per l’industria videoludica. Poche uscite di rilievo, quasi nessuna di importanza trascendentale e così, qualora vi ritroviate con del tempo da impiegare per giocare un po’ con le vostre amate console, noi di Gamempire abbiamo stilato una piccola lista di titoli che fareste bene a recuperare, prendendo in considerazione quelli usciti dallo scorso settembre ad oggi.

La classifica è basata su gusti più o meno personali e ben venga se voi, fedeli lettori di Gamempire, ci teniate a consigliare qualche altro titolo.

WORLD OF FINAL FANTASY

La prima impressione che si può avere di World of Final Fantasy è sbagliata. Lo si può vedere come un giochino facile orientato a un pubblico non troppo esperto, ma ben presto ci si rende conto che il gioco è tutt’altro che questo. Il titolo, che riunisce al suo interno personaggi ed elementi principali di tutti i capitoli della saga di Final Fantasy, cattura con una trama che va con le ore di gioco divenendo sempre maggiormente interessante, e un gameplay degno del marchio Final Fantasy, seppur atipico e ruotante attorno al concetto di “miraggio”, di cui due protagonisti del gioco, i fratelli Lann e Reynn, sono i guardiani. Il titolo merita davvero molto e non mancherà di strapparvi tante risate quante battaglie affascinanti.

Se voleste saperne di più vi invitiamo a leggere la recensione di World of Final Fantasy.

BATTLEFIELD 1

Non me ne vogliano gli amici CODdari, ma se penso a un FPS per alleviare i patemi di una brutta giornata a suon di kill, non posso fare a meno che pensare allo sparatutto lanciato sul mercato da EA Dice lo scorso anno. Una campagna che, seppur non troppo lunga, sa regalare emozioni con storie ed ambientazioni splendidamente realizzate e un multigiocatore del quale farete fatica a stancarvi. Battlefield 1 potrebbe essere il compagno fidato di numerose nottate estive nelle quali non avete voglia di applicarvi troppo con le trame principali dei vari giochi che possedete, ma semplicemente dilettarvi a prendere a randellate il malcapitato nemico di turno.

Per conoscere tutti i dettagli del titolo DICE vi lasciamo all’analisi approfondita nella nostra recensione di Battlefield 1.

WATCH DOGS 2

Se volete un open world scanzonato e stravagante, questo è sicuramente il titolo che fa al caso vostro. Memori dell’esperienza non troppo rosea del primo capitolo, i ragazzi di Ubisoft si sono adoperati al meglio che hanno potuto per rendere il secondo capitolo del brand maggiormente apprezzabile, soprattutto dalla fascia di gamer più giovane (per via dell’ambientazione e dei protagonisti del gioco). Il gameplay del titolo è comunque abbastanza solido e può garantire ore di gioco soddisfacenti anche in virtù della moltitudine di attività secondarie che troverete sparse in giro per la mappa di una vivace San Francisco. Se volete un gioco che vi regali ore di gioco divertenti senza neppure troppo impegno, Watch Dogs 2 è sicuramente un titolo che potrebbe farvi comodo in questa estate.

Per ulteriori informazioni sul titolo vi lasciamo alla nostra recensione di Watch Dogs 2.

THE LAST GUARDIAN

Uno dei titoli maggiormente attesi dall’utenza Sony ha finalmente visto la luce al tramonto dello scorso anno e, se cercate qualcosa che videoludicamente parlando vi regali emozioni, l’avete trovata. La storia di The Last Guardian è proposta al giocatore in maniera misteriosa. Vi risveglierete al fianco di una creatura fantastica, un misto tra un cane ed un aquila: Trico. Il vostro personaggio sarà invece un bambino, risvegliatosi all’improvviso in un ambiente sconosciuto e ricoperto di strani tatuaggi. Le uniche indicazioni sull’ambientazione (oltre ad alcuni indizi) verranno date dalla voce narrante del ragazzino oramai adulto. Come ci ha abituato Ueda, il giocatore si ritroverà in circostanze poco chiare in luoghi sconosciuti e zeppi di insidie. Un’esperienza indimenticabile fatta di fantasia, valori umani e atmosfere da sogno.

Per approfondire l’analisi del gioco vi invitiamo a leggere la nostra recensione di The Last Guardian.

RESIDENT EVIL VII

La saga di Reident Evil non ha conosciuto troppa gloria nel corso degli ultimi anni, in virtù degli ultimi due titoli (soprattutto RE6) che abbandonavano di netto il gameplay storico della saga (comunque gradualmente stravolto da Resident Evil 4 in poi) per diventare altro, un “altro” che gli appassionati fan non hanno mai gradito. Capcom ha allora pensato bene di tirare il freno e ripartire da zero, reinventando da capo Resident Evil con un titolo che poco, meglio nulla, ha a che fare con i precedenti capitoli della serie. Resident Evil 7 è un ritorno alla vecchia tipologia di giochi, offrente un’esperienza horror terrificante e focalizzata alla sopravvivenza. Nessuna abilità da migliorare, nessuna missione senza senso, in questo nuovo capitolo dovrete fuggire da un incubo ad occhi aperti, cercando di scoprire il mistero che si cela dietro la famiglia Baker. Nonostante i personaggi presenti non abbiano connessioni evidenti con gli eroi della saga, il DNA della serie torna prepotentemente alla ribalta, dai puzzle ai sottili trucchi psicologici utilizzati per coltivare terrore nei giocatori. Se siete dei fan delle calde notti estive insonni, sicuramente REVII fa al caso vostro.

Vi lasciamo alla recensione di Resident Evil VII nel caso voleste una visione a 360° sul gioco.

THE LEGEND OF ZELDA: BREATH OF THE WILD

Nella nostra estate caldissima c’è spazio anche per Nintendo e quale migliore occasione per sfruttare le possibilità “portatili” offerte da Nintendo Switch, se non quella di giocarsi un piccolo capolavoro videoludico come The Legend of Zelda: Breath of the Wild? Titolo attorno al quale roteavano una miriade di aspettative altissime, tutte mantenute. Link si risveglia da un lungo sonno durato cento anni e dopo una prima mezz’ora di gioco che funge da guida/tutorial, veniamo abbandonati al mondo di gioco, con una manciata di indizi da seguire e nulla più, la trama di The Legend of Zelda: Breath of the Wild è solo una traccia, un tronco attorno al quale passo dopo passo si ceselleranno i nostri personali rami di vicende, scontri e missioni. Nintendo ci regala un punto di inizio e uno di fine, tutto ciò che sta nel mezzo sta alle nostre decisioni.

Per saperne di più sul gioco vi lasciamo alla nostra accurata recensione di The Legend of Zelda: Breath of the Wild.

GHOST RECON WILDLANDS

Se siete degli appassionati guerrafondai e avete anche una predilezione per la pianificazione tattica questo titolo, con annessi DLC che male nn fanno, saprà regalarvi un’estate piena di sparatorie nel cuore della Bolivia. Il lavoro fatto da Ubisoft per rendere un classico FPS un TPS prima e un open world poi è stato notevole, riuscendo a partorire un titolo che mantiene viva l’anima degli immortali Ghost, sposandola co meccaniche di gioco nuove per la serie, ma collaudate per i giocatori, che si troveranno immediatamente a proprio agio. La mappa è immensa e le cose da fare tantissime. La storia non manca certo di mordente e qualche colpo di scena qui e la contribuisce a mantenere alto l’interesse fino all’inevitabile faccia a faccia finale con il cattivo del gioco. L’ho giocato e goduto in prima persona, davvero un bel ritorno in grande dei Ghost dopo un claudicante precedente capitolo.

Se voleste saperne di più vi invitiamo a leggere la recensione di Ghost Recon Wildlands.

NIER: AUTOMATA

Il titolo realizzato da Platinum Games e approdato su PC e PS4 è stato sicuramente una positiva sorpresa nella primavera videoludica del 2017. NieR:Automata di Platinum Games è un’esperienza unica sotto molti punti di vista. Sebbene il gameplay sia classico, la narrativa profonda e riflessiva rende la trama di gioco interessante e accattivante, grazie anche ai personaggi gradevoli e ben studiati, coesi in un unico filone che passa dal poetico al distopico senza troppi sforzi. In un contesto pieno di tematiche elevate come l’anima, l’umanità e l’identità, il giocatore assumerà un ruolo in prima persona al fine di definire il fato della Terra, che egli stesso ha visto dispiegarsi con tragicità di fronte ai propri occhi.

Se volete saperne di più vi invitiamo a leggere la nostra recensione di NieR: Automata.

PERSONA 5

Se siete degli amanti dei JRPG avrete anche voi la vostra epifania videoludica in questa estate grazie al titolo ATLUS distribuito da Koch Media. JRPG dall’indubbio valore, ha scavalcato addirittura la concorrenza di un mostro sacro come Final Fantasy XV, il gioco si è affermato come uno dei migliori titoli di quest’anno, grazie a un gameplay solido e una trama che vi catturerà nel profondo, il tutto condito da una longevità che solo con la trama principale vi garantirà un centinaio di ore di gioco alle quali sommare quelle relative alle attività secondarie presenti nel titolo.

Per approfondire vi invitiamo a leggere la recensione di Persona 5.

HORIZON ZERO DAWN

Titolo del quale si è fatto un gran (ben) parlare fin dal giorno della sua presentazione, il gioco di Guerrilla Games ha fatto la felicità di tutti i possessori di PlayStation 4 e, se possedete suddetta console, non potrete privarvi di regalarvi l’esperienza fantastica di giocare un simile capolavoro. La Terra come noi la conosciamo non esiste più da centinaia di anni, dopo alcuni sconvolgimenti dovuti alla tecnologia umana, il mondo è diventato una fredda roccia inabitabile, fino a quando la natura non ha riconquistato ciò che era di suo dominio. In questa nuova patria fatta di rovine urbane ricoperte di verde, l’umanità è ancora una volta rinata, tornando a un’età antica e tribale. I ricordi della grandezza passata erano ormai perduti ed un nuovo inizio scandiva i primi passi dell’uomo. Purtroppo, nel suo cammino, la strada veniva sbarrata da feroci reietti del passato: le macchine. Questo è l’incipit che ci condurrà in questa nuova avventura, facendoci calare nei panni di Aloy, alla ricerca di risposte sul proprio passato e sulla recente storia dell’umanità. Null’altro da aggiungere se non l’invitarvi a giocare questo titolo.

Leggete la nostra recensione di Horizon Zero Dawn per sepere tutto quello che c’è da sapere sul gioco.

L’elenco manca ovviamente di tanti titoli, avendo cercato di mettere in evidenza un titolo piuttosto che un altro per pregi e categoria. E voi, quale titolo vi sentireste di consigliare agli altri videogiocatori per riempire questa estate?



Indottrinato dal fratello al mondo dei videogiochi e tirato su a pane e Commodore 64, rimpiange ogni giorno gli anni passati giocando a Panzer Dragoon sul Sega Saturn, quando il calcio era ancora Victory Goal (o al limite Virtua Striker in sala giochi). Crescendo si innamora del mondo PlayStation dal quale poi non si è mai più allontanato, seppur non abbia disdegnato negli anni qualche capatina qui e lì tra console portatili Nintendo e home console di casa Microsoft. Ha imparato più Inglese dai videogiochi che dalle insegnanti a scuola, considera Hideo Kojima e Hironobu Sakaguchi come due padri e ogni giorno si alza dal letto sperando sia la volta buona per un'apocalisse zombie.