Manca veramente poco alla manifestazione più importante dell’anno e, nonostante la pesante assenza di Sony, tutti i riflettori sono puntati su quello che verrà mostrato a Los Angeles.

Le maggiori software house non mancheranno ed anche chi ha evitato di pagare la bolletta per presenziare alla fiera, Electronic Arts, avrà un suo evento in prossimità dell’E3.

Con Nintendo assente da qualche anno e l’inaspettato abbandono di Sony, Microsoft sarà chiamata a fare da vero ed unico leone in una giungla in cui la carne è servita sul piatto con condimento ed un buon vino da sorseggiare. La competizione stimola a proporre qualcosa di migliore rispetto alla concorrenza senza di essa tutti, anche le società più avveniristiche, si siederebbero comodamente sugli allori.

Microsoft dovrà vedersela con Microsoft, ovvero da quell’esaltante E3 2018 che è rimasto sugli occhi di tutti come una dei migliori show della casa di Redmond da 5 anni a questa parte. Annunceranno la nuova console? Sapremo di più sul Project xCloud? Scopriremo a cosa sta lavorando il gorgeous team The Initiative?
Andiamo con ordine.

Studio acquisiti ora i giochi

Nel corso del 2018 Microsoft ha letteralmente fatto la spesa comprando studio ed instaurando nuove ed importanti partnership. Quanto fatto dalla società di Redmond è il primo passo per garantire una base solida per la fine della “current gen” e l’inizio della prossima. Capitanati dal Phil Spencer sul palco dell’E3 il team Xbox mostrerà quanto già annunciato, tra cui i vari Halo Infinite, Gears of War 5, Battletoads ed Ori And The Will Of The Wisps. Questi titoli però non saranno sufficienti a saziare il palato goloso di molti giocatori che aspettano quel 9 giugno come giorno liberatorio per nuove esclusive.

Xbox Game Studios saranno chiamati in causa per mostrare nuovi progetti consapevoli che Microsoft eviterà di annunciare giochi troppo acerbi, evitando situazioni imbarazzanti come Fable Legends e Scalebound. Gran parte degli sguardi saranno puntati sul team The Initiative che dovrebbe portare sulle nostre console un gioco “monstre” definito da Microsoft stessa come quadrupla A. Leggendo i nomi che compongono il team le speranze sembrano ben riposte, tutte persone con anni di esperienza e ben conosciuti nel settore per giochi del calibro di God of war, Tomb Raider, Red Dead Redemption e tanti altri.

Maybe

Riportiamo anche la lista di recenti rumors che però non trovano conferma e vanno presi come tali. MechAssault, un vecchio e tanto amato brend, un nuovo capitolo della serie Forza Motorsport ed il tanto chiacchierato reboot di Perfect Dark. Age of Empires IV, sviluppato da Relic Entertainment, dovrebbe essere un’esclusiva PC ma potrebbe fare il suo debutto su Xbox.

Bleeding Edge dovrebbe essere la nuova IP di Ninja Theory. Si parla di un gioco co-op in un setting sci-fi con orde di nemici, diversi pianeti e boss fight gigantesche o di un titolo incentrato sul multiplayer. Obsidian Entertainment si concentrerà sul multipiattaforma The Outer Worlds. Chiude il cerchio i Playground Games che dovrebbero essere al lavoro sul nuovo Fable di cui si vocifera che consista in un remake del primo capitolo.

Game Pass e Project xCloud

Il recente accordo da Microsoft e Sony per sfruttare la potenza di Azure da parte della società nipponica ha tirato una bella linea sull’ipotetica Console War. Vero che le due società operano, per alcuni settori, nello stesso business ma hanno sempre collaborato in altri.

Con il supporto fornito da Microsoft per piattaforme online a Sony si arriva alla semplice conclusione che il game as a service è e sarà il futuro. Con l’ingresso di google nel mercato grazie al progetto Stadia la società del sol levante ha capito che era necessario fare un salto di qualità a livello di servizi. Se c’era bisogno di una prova evidente del differente livello tecnologico tra Microsoft e Sony ora è sotto gli occhi di tutti. Durante l’E3 Microsoft mostrerà il Project xCloud, il tanto atteso servizio streaming annunciato di recente.

Il successo del Xbox Game Pass è sotto gli occhi di tutti. In molti avevano storto il naso al suo annuncio ma la società di Redmon ha sbaragliato tutti i pregiudizi mettendo in piedi un servizio che, stando a recenti statistiche, dovrebbe toccare i 10 milioni di iscritti. Numeri da capogiro per un abbonamento mensile che sta diventando sempre più corposo e sempre più un must have per i possessori di una Xbox. La possibilità di acquistare sia il gold che il pass (ultimate) ed il Project xCloud è una conferma della volontà di Microsoft e del team Xbox di diventare il punto di riferimento del game as a service.

Xbox Lockhart / Xbox Anaconda

Durante lo show del 2018 Spencer è stato molto chiaro: nuovi studi, nuovi giochi, nuovi servizi e nuova console. Ebbene sì, dopo il lancio un po’ balbettante della Xbox One S All-Digital Edition la società di Redmon è pronta a calare la nuova console. Non sappiamo bene cosa mostreranno, in molti si attendono una presentazione alla “Project Scorpio” ma Microsoft potrebbe sorprendere tutti mettendo sul piatto ben di più di uno spot renderizzato ben orchestrato.

In molti sanno che la Xbox 2 uscirà a fine 2020 ed è probabile che Spencer e soci alzeranno i veli definitivi il prossimo E3 o, come spesso accade, in un evento dedicato. La nostra sensazione è che avremo qualche dettaglio, il giusto per ingolosirci e far scatenare quel ping pong di news e fake news. Al momento non pensiamo che verranno presentati nuovi device, un nuovo controller verrà quasi sicuramente messo in commercio con la nuova console quindi non ci aspettiamo grosse novità a riguardo.

Third Parties!

L’assenza di Sony spianerà la carrellata di titoli di terze parti in mano a Microsoft. Sicuramente la società giapponese avrà le sue esclusive in stile World Premiere ma durante l’E3 non potrà mostrarle. Questo darà in mano a Microsoft il pieno controllo di giochi che usciranno su tutte le piattaforme, aumentando la visibilità del marchio.

I giochi più attesi come Borderlands 3, Cyberpunk 2077, Call of Duty, Ghost Recon Breakpoint, Beyond Good and Evil 2, Star Wars Jedi: Fallen Order, Code Vein, Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2, Wolfenstein: Youngblood e tanti altri verranno presentati esclusivamente su Xbox. Alcuni dubbi rimangono su cosa verrà annunciato per il 2020 anno di transizione verso la nuova console. Al momento molti titoli sono in via di definizione ed alcune software house potrebbero “prendere tempo” e rilasciare titoli cross-gen.

E3 2019 è alle porte e, nonostante l’assenza di Sony possa pesare parecchio sull’economia e visibilità dell’evento, Microsoft sarà pronta a fare annunci importanti ed a caricarsi gran parte del peso mediatico della fiera.

See you next time Buddies
X-Boss Out

Ti Potrebbe interessare anche...